Covid, nuove regole per matrimoni e cerimonie dopo il 26 aprile: cosa cambia

Matrimoni e cerimonie: nuove regole dopo il 26 aprile, cosa cambierà

Come saranno i matrimonio dopo il 26 aprile? Si sta studiando come procedere con le varie riaperture e molti si chiedono se cambierà qualcosa per le cerimonie come i matrimoni, battesimi, cresime e comunioni. Le riaperture annunciate dal Governo Draghi saranno possibili solo per le regioni che si trovano in zona gialla, mentre per le arancioni e le rosse varranno le stesse restrizioni, e questo varrà per qualunque tipo di evento.

 

Leggi anche > Zona gialla, le regole per i bar in zona gialla: vietata la consumazione al banco, tranne in un caso

 

Nelle regioni gialle verranno riaperti i ristoranti a pranzo e a cena ma solo all'esterno. Molti si sono quindi chiesti se varranno le stesse regole per le cerimonie. Se è vero  che molti ristoratori potranno riaprire al pubblico, bisogna anche specificare che le regole e le disposizioni in vigore a partire del 26 non valgono per i grandi eventi privati. Quindi matrimoni, battesimi e cerimonie potranno essere celebrati ma sempre secondo le disposizioni attualmente vigenti (in zona gialla, arancione e rossa).

 

Le cerimonie civili e religiose non sono mai state sospese ma per farle resta obbligatorio rispettare le regole vigenti. La riapertura dei locali quindi non implica la possibilità di fare feste private, che restano quindi vietate.


Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Aprile 2021, 10:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA