Mascherine Ffp2, come riconoscere quelle che non sono a norma: cosa bisogna controllare

Mascherine Ffp2, come riconoscere quelle che non sono a norma: cosa bisogna controllare

Le mascherine Ffp2 garantiscono una maggiore protezione dalla possibilità di contagio del Covid. Non tutte però, come emerso recentemente, sono a norma. Per difendersi da eventuali falsi che non garantiscono la funzionalità le mascherine Ffp2 vanno sempre acquistate in canali ufficiali, come le farmacie o i supermercati.

 

Leggi anche> Chi è Francesco Paolo Figliuolo, nuovo Commissario anti Covid nominato da Draghi

 

Come capire però se si tratta di un falso? Prima di tutti va controllato che all'esterno ci sia scritto 'a norma Uni En149:2001', per essere sicuri che si tratti proprio di una mascherina Ffp2. Bisogna diffidare in caso si evidenzino difetti di qualità, come la mancata aderenza al volto, il distacco degli elastici o forme differenti tra una mascherina e l'altra". Sono i consigli di Paolo D'Ancona, medico epidemiologo dell'Istituto superiore di Sanità, dopo le denunce apparse sulla stampa in merito alla circolazione di prodotti contraffatti.

 

"Non è facile - ammette D'Ancona - riconoscere se la mascherina è falsa oppure no. Sono necessari appositi controlli, fatti in laboratori specializzati. Il consumatore è garantito dalle certificazioni, con le indicazioni dei test eseguiti, che accompagnano i prodotti". Una garanzia che, ovviamente, salta, in caso di truffe. "Una Ffp2 - dice D'Ancona - deve aderire bene al volto e la qualità deve essere costante. Quando ci sono difetti che saltano agli occhi bisogna sospettare", conclude D'Ancona.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 1 Marzo 2021, 23:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA