La protesta dei cinema contro l'obbligo di mascherina: leccalecca in regalo ai clienti per tenerla abbassata

La protesta dei cinema contro l'obbligo di mascherina: leccalecca in regalo ai clienti per tenerla abbassata

I gestori dei cinema non ci stanno a vedere ancora la mascherina ffp2 obbligatoria nelle sale e ricorrono a una protesta decisamente originale: un gruppo di sale cinematografiche dal primo maggio regala infatti leccalecca a chi compra un biglietto, un modo per tenere dunque la mascherina abbassata dato che è consentito farlo quando si consumano cibi o bevande.

Bollettino Covid di martedì 3 maggio: 62.071 nuovi contagi e 153 morti

L'augurio è che «l'iniziativa possa allargarsi nei prossimi giorni a sempre più sale» spiegano in un comunicato i 19 cinema che hanno già aderito dal Cinema Italia di Belluno, al Beltrade e Wanted Cinema di Milano, dal cinema Nuovo di La Spezia al multisala Iris di Messina. «Dal momento che in molti luoghi più a rischio l'obbligo della Ffp2 è stato tolto - spiegano in un comunicato -, in alcuni casi già da tempo (e in alcuni casi non vi è più nemmeno obbligo, in nessun momento, di alcun dispositivo di protezione, come in ristoranti, bar e discoteche), molti esercenti hanno deciso di unirsi in un'azione di protesta pacifica».

Variante Covid più letale? Dopo l'allarme di Bill Gates parlano i virologi

«Una dolce provocazione che di fatto, consentirà a chi vorrà di continuare a indossare la Ffp2 e a chi non vorrà di abbassarla, almeno per un po', nel pieno rispetto della legalità - si legge nella nota - Già da qualche tempo è infatti consentito abbassare la mascherina in sala quando si consumano cibi o bevande». Non si tratta di un invito alla disobbedienza, ma di un modo per «smascherare attraverso un atto simbolico la contradditorietà e inefficacia di una norma». 


Ultimo aggiornamento: Martedì 3 Maggio 2022, 19:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA