Marisa Pireddu uccisa dal marito a coltellate. Dopo l'omicidio l'uomo ha tentato il suicidio: ora è grave
di Simone Pierini

Serramana, Marisa Pireddu uccisa dal marito a coltellate. Dopo l'omicidio l'uomo ha tentato il suicidio: ora è grave

Marisa Pireddu, 51 anni, è stata uccisa a coltellate dal marito. Il femminicidio è stato compiuto questo pomeriggio verso le 18.30 in una casa a Serramanna, nel sud Sardegna. L'uomo Giovanni Murtas ha ucciso la moglie. Al momento la vicenda è ancora poco chiara, i carabinieri della Compagnia di Sanluri hanno avviato le indagini.

Dopo aver ucciso la moglie pugnalandola ripetutamente l'uomo avrebbe tentato di togliersi la vita e ora è ricoverato in gravissime condizioni al Brotzu di Cagliari. L'uomo ora è piantonato in ospedale, se dovesse sopravvivere sarà arrestato per omicidio.

Secondo una prima ricostruzione, i coniugi hanno avuto una discussione in casa. Lui ha afferrato un coltello e si è scagliato contro la moglie colpendola ripetutamente in diverse parti del corpo. Poi ha tentato di uccidersi, colpendosi con un fendente al torace. A far scattare l'allarme sono stati i vicini di casa che hanno chiamato il 118 e i carabinieri. La coppia ha un figlio, di 29 anni, che al momento del delitto non era in casa.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Maggio 2020, 18:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA