Mariasofia, nuotatrice morta a 27 anni. Il cardiologo: «Legami col vaccino? Solo illazioni, evitare allarmismi»

Mariasofia, nuotatrice morta a 27 anni. Il cardiologo: «Legami col vaccino? Solo illazioni, evitare allarmismi»

Mariasofia Paparo aveva solo 27 anni: è morta stroncata da un infarto, lei giovane e sportiva, dato che faceva la nuotatrice. E la vicenda ha catalizzato - come spesso avviene - i commenti dei no-vax, che puntano il dito contro il vaccino anti Covid pur senza conoscere i dettagli: per questo il cardiologo Luigi Chiariello, già docente di cardiochirurgia all'università Roma Tor Vergata, invita a non fare illazioni né allarmismi.

Mariasofia Paparo, campionessa di nuoto muore a 27 anni: stava per laurearsi e sposarsi

«Un infarto in una donna di 27 anni, sportiva e quindi controllata, appare improbabile: nulla si può negare ma è inverosimile. Bisognerà capire meglio, con elementi più precisi, se ci sono altri elementi cardiologici che possano giustificarlo», afferma l'esperto, che stronca i commenti no-vax che accusano il vaccino: «Si tratta di illazioni - continua Chiariello - non ci sono elementi che permettano un pur minimo collegamento. Non so su quali notizie si basino».

 

Anche per quanto riguarda un'eventuale infezione da Covid, «nelle persone che si ammalano vediamo infiammazioni, miocarditi, ma non infarti. In generale il virus non coinvolge molto il cuore soprattutto nelle forme occlusive coronariche», conclude Chiarello che invita a non fare allarmismi sia sugli infarti nei giovani sia su «azzardati collegamenti» con la vaccinazione contro Sars-Cov-2, «in mancanza di informazioni precise sulla specifica vicenda».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Aprile 2022, 15:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA