Maria Sestina, indagini prorogate: il mistero si infittisce. Domani sarebbe stato il suo compleanno
di Emilio Orlando

Maria Sestina, indagini prorogate: il mistero si infittisce. Domani sarebbe stato il suo compleanno

Maria Sestina Arcuri, la ragazza calabrese originaria di Nocara in provincia di Cosenza, morta il sei febbraio scorso dopo una caduta dalla scale, in circostanze ancora da chiarire, mentre era in compagnia del suo fidanzato a Ronciglione nel viterbese, avrebbe compiuto domani 27 anni. La ragazza dopo una notte di agonia, morì per una emoragia celebrale. I risultati dell' autopsia hanno svelato particolari interessanti circa la natura dei traumi riportati dalla ragazza durante la caduta, che a dire di Andrea Landolfi per ora unico indagato con l'accusa di omicidio volontario, sarebbe avvenuta a causa di un normale inciampo sulla scalinata ripida in casa della nonna. Landolfi, di professione operatore socio sanitario in una clinica per anziani e pugile dilettante, respinge ogni accusa anche quella dell' omissione soccorso. Per ora però,  il referto medico legale è ancora secretato dalla procura di Viterbo, che ha disposto una proroga d'indagine di altri trenta giorni. Secondo alcune indiscrezioni, i medici legali non avrebbero trovato nulla di anomalo nella natura delle ferite, ma anche questo particolare non convince ancora del tutto i detective viterbesi che stanno approfondendo la dinamica dei fatti anche con l' aiuto di testimoni sentiti a sommarie informazioni. Il sopralluogo tecnico del reparto investigazioni scienrifiche dei carabinieri che si occupano della misteriosa caduta ha in parte congelato quella che secondo l' ipotesi accusatoria potrebbe essere la scena del crimine. (nella foto in basso il sopralluogo dei Ris nella casa di Ronciglione).



Maria Sestina Arcuri, giallo sulla morte: cranio fracassato e tumefazioni sul viso. Contradditorie le dichiarazioni del fidanzato

«Il mio assistito è ancora disperato per la perdita della compagna. Si professa innocente - ha commentato l' avvocato Luca Cococcia difensore di Andrea Landolfi. Attendiamo le risultanze dell' esito dell' autopsia che non ancora sono state notificate alla difesa. La procura di Viterbo ha prorogato i tempi di ulteriori trenta giorni». 
I risultati dell' autopsia, la cui perizia è stata  affidata a Mauro Bacci e Massimo Lancia di Perugia, due luminari nel campo della medicina legale. La sera prima della tragedia, Andrea e Maria Sestina sarebbero usciti per andare in un pub di Ronciglione, “Il Castello”, dove sono rimasti fino all' una di notte.
Il titolare del locale, dove la coppia aveva trascorso la serata di quel maledetto sabato, raccontò agli investigatori quello che successe nel locale, fornendo loro particolari interessanti ed utili a ricostrire la dinamica dei fatti che precetettero la tragica caduta dalle scale. ( Nella foto sotto Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri).



Maria Sestina Arcuri, nuovo sopralluogo dei Ris: il racconto di Andrea Landolfi al vaglio della Procura

Ecco il suo racconto :« Hanno discusso. Dopo aver bevuto un bicchiere hanno ripreso la strada di casa. Lei era accigliata ed anche lui ha avuto un atteggiamento diverso dal solito. L'ultima volta che erano stati qui il ragazzo aveva cantato per lei al Karaoke e le aveva regalato una rosa». Sembra che proprio dentro la birreria tra i due fosse scoppiato un litigio perchè Maria era infastidita da uno sguardo che Andrea si era scambiato con una cameriera. I parenti della donna sono convinti che le cose sono andate diversamente. I loro dubbi sono gli stessi che hanno ancora i detective. Domani a Nocara, il paese natale di Maria Sestina,  si snoderà una fiaccolata per strade cittadine in occasione del ventisettesimo compleanno che la ragazza avrebbe festeggiato domani, se quella caduta non avesse spezzato la sua vita ed i suoi sogni.

Maria Sestinia Arcuri cade dalle scale e muore a 26 anni: il convivente indagato per omicidio volontario


 
Martedì 9 Aprile 2019, 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA