Uccide la mamma a colpi di forbice, poi tenta di darle fuoco: «Aveva problemi psichici»

Uccide la mamma a colpi di forbice, poi tenta di darle fuoco: «Aveva problemi psichici»

Orrore nelle Marche dove una donna di 84 anni, Maria Bianchi, è stata uccisa a colpi di forbici dal figlio 56enne, Michele Quadraroli, in cura da tempo per problemi psichici. L'uomo, dopo aver massacrato l'anziana mamma, ha anche tentato di dare fuoco al suo corpo. È successo a San Severino Marche, in provincia di Macerata.

Agguato a Foggia, ucciso un ragazzo: Nicola aveva 21 anni. Un 17enne in Questura

Uccide la mamma a colpi di forbici

Madre e figlio gestivano insieme un bar ed erano molti noti in città. Il fatto, riferiscono oggi i media locali, è avvenuto nell'appartamento dove i due abitavano insieme e che si trova in via Raffaello, la stessa strada della caserma dei carabinieri, che hanno arrestato il 56enne. L'aggressione sarebbe cominciata nella camera da letto della donna e finita in bagno. 

A dare l'allarme è stato il medico dell'uomo, che lo ha sentito telefonicamente e ha avvertito i carabinieri, che lo hanno accompagnato in caserma per interrogarlo, anche alla presenza di un avvocato di fiducia: nella notte è stato arrestato. Si ipotizza che Quadraroli, che aveva avuto dei sintomi influenzali, tanto da chiudere il bar per qualche giorno, non avesse preso i soliti farmaci. I suoi problemi psichici erano noti a San Severino Marche. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Novembre 2022, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA