Marche, cinque morti improvvise in poche ore: una regione sotto choc

Cinque morti improvvise in poche ore: una regione intera sotto choc

Non sono state ore facili per le Marche. I recenti cinque riportati in questi giorni lutti hanno accomunato tutta la regione da nord a sud visto e considerato che, le persone decedute, erano molto conosciute, stimate ed apprezzate. Così tanto da convogliare sui social decine di messaggi di cordoglio.

Luca muore nel sonno a 48 anni: il mondo degli scout in lutto per “Nas”

Il mondo degli scout piange Luca Gherardi, 48 anni, capo scout Agesci Jesi2. Lo ha trovato senza vita a letto, ieri mattina, uno dei fratelli. A tradire Luca, forse un infarto che lo ha colto nel sonno. Se n’è andato così “Nas” (questo il suo soprannome scout), per oltre 30 anni capo scout nelle parrocchie di San Francesco d’Assisi e San Massimiliano Kolbe.


 

È morto a 49 anni Mauro Morganti, tifoso del Picchio e sestierante neroverde

È morto all'età di 49 anni Mauro Morganti, titolare insieme alla moglie Giuseppina Galanti, della nota pizzeria al taglio Tatanka di via D'Ancaria, appena dietro piazza del Popolo. Mauro si è sentito male nella tarda serata di mercoledì ed è stato trasportato d'urgenza al Pronto soccorso. Durante la notte il quadro clinico si è aggravato e Mauro non ce l'ha fatta.

Era un ascolano a tutto tondo. Tifosissimo dell'Ascoli calcio, seguiva con grande passione la squadra che amava. Forte anche il suo impegno per i colori neroverdi del sestiere di Porta Maggiore. Nel precedente mandato era stato componente del comitato ed ora era uno dei responsabili della taverna di via delle Terme. Lascia anche la mamma Francesca e la sorella Alessandra.

Piccoli, addio al diavolo pesarese: la Vuelle piange il suo primo tifoso

E’ sempre stato un guerriero, ha lottato anche questa volta come un leone, forte dell’amore delle tante persone che gli volevano bene, ma alla fine si è dovuto arrendere. Marco Piccoli, 59 anni, storico capo ultrà della Vuelle se ne è andato ieri, a poco più di un anno di distanza dall’ictus che lo aveva colpito nell’ottobre 2021 mentre era a casa a farsi una doccia. Ha passato tantissimo tempo nella struttura riabilitativa di Villa Fastiggi e non si è mai realmente ripreso, anche se nei mesi, ogni suo piccolo segno di ripreso era sempre stato salutato con un segnale di speranza e di incoraggiamento. Ma ieri anche la fiammella più tenue si è spenta, proprio nel giorno dedicato ai cari defunti. 

Ancona piange Roberto Lupini: il dj del Summer Jamboree si è spento a 45 anni

ANCONA- Un amico, un uomo buono, una persona sulla quale poter sempre contare. Così i tanti conoscenti hanno voluto omaggiare, sui social, Roberto Lupini (45 anni) morto ad Ancona a causa di un ictus. Lupini, capocantiere alla Fincantieri, si è spento dopo due settimane di ricovero dopo una vita trascorsa tra le sue passioni come il ballo, il rugby (militava nella Stamura) ma soprattutto la musica. Celebri le sue apparizioni come dj al Summer Jamboree di cui era una presenza fissa.

Marco Simonacci morto in Spagna, il figlio: «Lo avevamo sentito poco prima»

La Medicina, ma in particolare il reparto di Dermatologia dell’Area vasta 3, perde un importante punto di riferimento. Sebbene Marco Simonacci fosse andato in pensione a giugno scorso dall’unità operativa di Dermatologia all’ospedale di Macerata di cui era primario, con la sua scomparsa il vuoto si è fatto ancora più grande. Simonacci si è spento lunedì pomeriggio a 69 anni, in Spagna, dove si trovava con alcuni amici e suo cugino per una battuta di caccia. Un malore gli è stato fatale. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Novembre 2022, 21:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA