Maltempo, «strade come fiumi»: gente sui tetti, decine di persone soccorse nelle auto

Maltempo, «strade come fiumi»: gente sui tetti, decine di persone soccorse nelle auto

Danni e allagamenti, il maltempo mette in ginocchio il Sud Italia: dopo la Sardegna qualche giorno fa, stavolta è il turno della Sicilia. Nel catanese e nel siracusano un violento nubifragio ha causato fortissimi disagi: e quindi strade come 'fiumi', con l'acqua che ha spostato e danneggiato diverse vetture. Alcune persone sono state salvate dai pompieri, un anziano si è invece salvato da solo scendendo dall'auto e scappando a nuoto.

In tre soccorsi dai pompieri: «Abbiamo avuto paura di morire». Anziano scende dall'auto e si salva nuotando

Decine le persone soccorse dai carabinieri e dai vigili del fuoco sulle strade del Siracusano, tra cui un pensionato che si è salvato da solo: è uscito dal finestrino della sua auto e 'nuotando' è riuscito a raggiungere un posto sicuro. Nel siracusano alcune persone si sono rifugiate sui tetti, mentre i vigili del fuoco hanno salvato alcuni automobilisti che erano rimasti intrappolati in una vettura che si era schiantata su un guard-rail. 

 
 

Meteo, weekend con sole e caldo: poi «irruzione artica». Lunedì arriva il gelo

Nel catanese i paesi maggiormente colpiti sono stati Palagonia, Ramacca, Scordia e Agira (Enna) dove negozi e case hanno registrato allagamenti, mentre nel siracusano si sono registrati disagi a Francofonte, Lentini e nella zona di SigonellaIn contrada Trigona una persona è stata soccorsa e salvata dall'equipaggio dei vigili del fuoco che l'ha imbragata e sollevata col verricello. In contrada Cuccumella un'azienda agricola ha chiesto soccorso per il personale e il bestiame per l'acqua alta. Ci sono state persone che, sebbene sui tetti di case di campagna, hanno invece rifiutato il salvataggio, preferendo attendere il soccorso da terra. 
Ultimo aggiornamento: 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA