Maltempo, Italia in ginocchio: da Nord a Sud strade e locali allagati
di Michela Poi

Maltempo, Italia in ginocchio: da Nord a Sud strade e locali allagati

Italia in ginocchio a causa del maltempo. Proseguono i temporali che stanno provocando allagamenti e disagi in tutto il Paese, in particolare in Liguria e Piemonte, dove l’allerta è rossa.
 
TRAGEDIA SFIORATA Un tratto di viadotto dell’autostrada A6 lungo la Torino-Savona, in Liguria, è crollato sotto gli occhi attoniti degli automobilisti, fortunatamente senza provocare vittime. A causa delle piogge incessanti la montagna ha ceduto, portando con sé trenta metri di viadotto e aprendo un’enorme voragine. È accaduto a circa 1 km e mezzo da Savona, all’altezza di Madonna del Monte. Al momento del crollo su quel tratto specifico non stava viaggiando nessun mezzo. Le macchine sono riuscite a fermarsi a pochi metri dall’orlo del baratro. La situazione è drammatica in tutta la Liguria: in totale sono 800 le persone rimaste isolate, tra cui 181 sfollati. Il Comune di Stella, nel savonese, è in ginocchio: le due strade provinciali sono interrotte a causa delle frane e il paese è completamente isolato. 

PO FURIOSO In Piemonte il Po torna a fare paura. Le piogge incessanti e il maltempo hanno portato all’innalzamento del fiume che è salito di tre metri nelle ultime 24 ore. A Torino i Murazzi e il Borgo Medievale sono finiti sotto l’acqua, con il superamento del livello di guardia di 3 metri e 60 centimetri. La maratona che avrebbe dovuto tenersi ieri è stata perciò annullata. 

UNA VITTIMA Spazzata via dalla violenza del fiume mentre percorreva un sottopassaggio ferroviario. È morta così Rosanna Parodi, 52anni, trascinata dalla piena del fiume Bormida a Sezzadio, in provincia di Alessandria. La donna sarebbe scesa dalla sua macchina per soccorrere altri due automobilisti, quando è stata sorpresa dalla piena del fiume. I due occupanti dell’altra vettura - un uomo di 62 anni e una donna di 31 - sono riusciti a salvarsi. 

VENEZIA, CI RISIAMO In Veneto continuano a preoccupare i livelli di soglia dei fiumi. In particolare si teme che la situazione degeneri a Venezia, dove ieri mattina si è raggiunto un picco d’acqua di 130 cm. Il sindaco Luigi Brugnaro ha disposto la chiusura del ponte votivo galleggiante, allestito in questi giorni per la festa della Madonna della Salute.

CALABRIA IN TILT Piogge incessanti anche in Calabria, in particolare a Reggio e a Lamezia Terme, dove l’acqua e il fango hanno invaso strade e piazze. Paura sulla linea ferroviaria tra Lamezia Terme e Catanzaro: un treno che trasportava passeggeri è rimasto bloccato in galleria a causa dell’acqua e sono dovuti intervenire i vigili del fuoco.

LE PREVISIONI Nelle prossime ore continuerà a piovere al Nord, in particolare in Veneto. Al Centro temperature in calo e piogge sparse sulle regioni adriatiche, con fenomeni residui su quelle tirreniche. Rovesci e temporali al Sud, in particolare in Sicilia, Calabria e Salento.
Lunedì 25 Novembre 2019, 07:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA