Allerta meteo in 10 regioni, il Sud sott'acqua: scuole e uffici chiusi dalla Sicilia alla Basilicata, trasporti in tilt

Basilicata in allerta rossa, arancione in Molise, Puglia, Calabria e Campania

Video

Piogge diffuse e nubifragi nel fine settimana, l'autunno è partito con il maltempo e anche oggi un'intensa perturbazione sta interessando le regioni centro-meridionali, specie quelle del versante tirrenico. Il Nord Italia resta al momento fuori dal raggio d'azione della perturbazione. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha valutato allerta rossa in Basilicata, allerta arancione su parte della Calabria, in Molise, Puglia, settori della Basilicata e in Campania. Allerta gialla in restanti parti di Calabria e Campania, sul Lazio, Marche, parti di Molise e Puglia, Abruzzo, Sicilia, Umbria, Sardegna e restanti settori della Basilicata. 

Aereo colpito da un fulmine: per il volo Milano-Napoli atterraggio d'emergenza a Bari, passeggeri illesi

Mattia Luconi, vittima a 8 anni nell'alluvione. La disperazione del papà: «Non si può morire per una pioggia»

 

Allerta rossa in Basilicata, scuole chiuse e treni sostituiti da bus 

A causa delle avverse condizioni meteo e all'allerta rossa diramata dalla Protezione Civile in Basilicata,  per la giornata di oggi la circolazione ferroviaria fra Potenza ed Eboli, sulla linea Battipaglia - Potenza - Metaponto - Taranto, è sospesa. Lo ha reso noto Rfi. L'impresa ferroviaria ha attivato il servizio di bus sostitutivi, fra Battipaglia/Eboli e Potenza. Effettuati con bus anche i collegamenti regionali fra Potenza e Bella Muro e fra Napoli e Potenza, con origine da Taranto. Per i collegamenti della lunga percorrenza in direzione Torino e Roma è stato attivato il servizio di bus fra Potenza e Napoli. Sempre per l'allerta meteo, già ieri il sindaco di Potenza Mario Guarente ha firmato un'ordinanza con cui dispone la chiusura di tutte le scuole, compresi asili nido, e dell'Università nella giornata di oggi. Scuole chiuse anche in altri Comuni della provincia di Potenza e a Policoro in provincia di Matera.

In Campania 275 interventi dei vigili del fuoco in un giorno

Dalla mattinata di ieri il territorio compreso tra Napoli e Caserta è stato interessato da forti piogge: i vigili del fuoco locali, supportati da rinforzi giunti dall’Abruzzo, hanno effettuato 275 interventi per allagamenti e danni d’acqua, squadre ancora al lavoro. In nottata una tromba d’aria ha interessato la provincia di Salerno, in particolare il Comune di Agropoli: in corso operazioni di prosciugamento per sottopassi allagati, la messa in sicurezza di alberi pericolanti, la rimozione di piccole strutture divelte e cartelloni abbattuti. Dal mattino le condizioni metereologiche in miglioramento, fanno sapere i vigili del fuoco.

 

Trapani allagata

Situazione difficile a Trapani dopo le intense piogge che sono cadute la notte scorsa. Molte strade e piazze sono allagate e diverse abitazioni al piano terra, negozi e uffici sono stati invasi dall'acqua. Maggiormente colpite le zone di via Virgilio, piazza Martiri D'Ungheria e la zona industriale dove molte auto sono rimaste in panne semi sommerse dall'acqua. Il sindaco Giacomo Tranchida ha disposto la chiusura di uffici e luoghi pubblici. Anche a Erice strade allagate e crolli di muretti vicino alla scuola Pascoli. Il sindaco Daniela Toscano ha chiuso le scuole e invitato i cittadini a non uscire di casa fino alla fine dell'emergenza. 

Temporale su Erice, chiuse scuole e uffici

 

«A seguito della tempesta che si è abbattuta sulla nostra città nelle ultime ore, la sindaca Daniela Toscano ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado ricadenti nel territorio comunale di Erice per oggi. Si invitano i cittadini a non uscire da casa fino al superamento dello stato di emergenza». È l'invito rivolto dalla sindaca di Erice, piccolo borgo del trapanese, dopo il forte temporale che si è abbattuto nella notte sul paese. 

Barca incagliata alla foce del Tevere 

 

Nella tarda serata di ieri un'unità da diporto, di cinque metri, in trasferimento dal Canale dei pescatori, si è incagliata a Fiumara Grande, la foce maggiore del Tevere, tra Ostia e Fiumicino, a causa del mare mosso. In salvo l'occupante. Sono intervenute sia da mare che da terra le unità della guardia costiera alle dipendenze della Capitaneria di Porto di Roma. Nel corso del sopralluogo di stamattina la barca risulta essere affondata a causa della risacca e non si è registrata nessuna traccia di inquinamento. Il proprietario , come prescritto dalle norme, è stato diffidato dalla Capitaneria a rimuovere il natante appena le condizioni del mare lo permetteranno. All'origine dell' incidente, probabilmente, il fatto che si sia fermato il motore e che la barca sia quindi rimasta in balia delle onde, che lo hanno sospinto a terra.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 11:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA