Mette in moto il furgone sotto casa e finisce in un fosso: stroncato da malore

Un uomo di 55 anni è stato ritrovato senza vita nel suo furgone. Secondo i soccorritori è probabile che un infarto fulminante sia la causa del decesso

Mette in moto il furgone sotto casa e finisce in un fosso: stroncato da malore

Con il furgone da lavoro è finito nel fosso, i testimoni, accorsi per capire se fosse la conseguenza di una manovra errata, hanno trovato Roberto Pasqualin, un idraulico di 55 anni, senza vita. Un malore mentre stava guidando, alla fine di una lunga giornata di lavoro. Il 55enne è stato ritrovato accasciato al volante, ormai privo di vita a Vigodarzere, in provincia di Padova, dove lascia una bambina che però non viveva più con lui.

L'auto finisce in un canale, 58enne muore annegato: «Forse suicidio». Un passante si tuffa per salvarlo

Malore improvviso o incidente?

La drammatica fatalità si è verificata venerdì sera, intorno alle 19.30, proprio davanti alla sua abitazione, una villetta, dove l'uomo è salito a bordo del suo furgone, che usava per lavorare, ma anche per spostarsi, quando è stato visto cadere di retromarcia in un fosso con tutto il mezzo. Ma secondo le testimonianze di chi lo conosceva e dei familiari, l'idraulico non aveva problemi di salute, o comunque nessuno ne era al corrente. Quell'infarto fulminante che gli ha strappato la vita, ha colto di sorpresa anche i suoi affetti più cari.

Soccorsi inutili

Sul posto, insieme all'ambulanza, è arrivata anche la Polstrada, proprio perché qualcuno deve aver pensato ad un incidente stradale, ma per i medici del pronto soccorso, è stato chiaro da subito che si trattava di un malore. Inutile ogni tentativo di rianimarlo. La famiglia di Pasqualin, la figlia, ma anche la sorella, sono rimasti sconvolti dalla tragica notizia, perché poco tempo prima era morta anche la mamma dell'uomo.


Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Settembre 2022, 10:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA