Madre e figlio vivono in auto sull'A1 dopo aver perso casa e lavoro, la polizia li aiuta con una colletta

Madre e figlio vivono in auto sull'A1 dopo aver perso casa e lavoro, la polizia li aiuta con una colletta

Sembrava un'auto sospetta, parcheggiata da giorni in un'area di servizio dell'autostrada A1. Invece, la polizia stradale di Orvieto ha scoperto che si trattava di una donna ed un giovane, madre e figlio, che da una settimana vivevano in auto dopo aver perso casa e lavoro.

 

Leggi anche > Italia-Spagna, festeggiamenti a copi di pistola: tre feriti, padre e figlio in ospedale

 

È accaduto nell'area di servizio Fabro est. La signora, una volta identificata dai poliziotti, ha spiegato agli agenti che, a causa di una situazione famigliare piuttosto complessa, aveva perso il suo lavoro e poi anche la casa dove abitava con il figlio. Entrambi si erano quindi adattati all'interno della loro auto, unico bene e riparo rimasto, usufruendo dei servizi igienici dell'area di servizio.

 

La donna ha aggiunto di aver deciso di fermarsi a Fabro non casualmente, ma perché da piccola suo padre la portava a Città della Pieve, cittadina nelle vicinanze, e quindi quei luoghi e quei ricordi le davano un minimo di sostegno e conforto per sopportare la sofferenza provocata dal disagio vissuto insieme al figlio. I poliziotti della stradale, colpiti dalla dolorosa e difficile situazione, hanno quindi deciso di acquistare vari generi alimentari per madre e figlio, donati loro insieme ad un piccolo aiuto economico


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 22:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA