Maddie, a Chi l'ha Visto il volto di Christian Brueckner : «La verità sull'ultima telefonata e i sospetti su un dipendente dell'albergo»
di Silvia Natella

Chi l'ha Visto, Maddie McCann e il volto di Christian Brueckner : «La verità sull'ultima telefonata e i sospetti su un dipendente dell'albergo»

Maddie, a Chi l'ha Visto? il volto di Christian Brueckner : «La verità sull'ultima telefonata e i sospetti su un dipendente dell'albergo». Capelli biondi corti e occhi chiari. È stata diffusa la foto dell'uomo tedesco accusato dell'omicidio della piccola McCann e somiglia a uno degli identikit realizzati nelle prime fasi delle indagini grazie a una testimonianza. Si segue anche una pista sulla persona con cui avrebbe parlato la sera del rapimento in Portogallo. Potrebbe essere stato un complice, un dipendente dell'albergo che lo avrebbe avvertito in caso i genitori tornassero in stanza all'improvviso. Era il 3 maggio 2007.

Leggi anche > Chi l'ha visto, Martina Rossi e l'imputato assolto: «Ora sarà contenta». La rabbia dei genitori: «Non deve nominarla»

A collocare Brueckner in cima ai sospettati sono state le sue parole intercettate. Il 43enne si vantava di conoscere la fine della bambina. Su di lui, che ha avuto un'infanzia travagliata, pesano condanne per reati di natura sessuale e precedenti per furto. Sarebbe anche coinvolto nella scomparsa di altri due bambini e nell'omicidio di un'adolescente tra Germania e Portogallo. La redazione di Chi l'ha Visto? racconta di essere riuscita a risalire, tramite un profilo Linkedin, all'uomo con cui Brueckner avrebbe parlato.


Questa persona ha un nome sospetto, vive a Praia da Luz e lavora nella ristorazione. Potrebbe aver prestato servizio nel residence scelto dai McCann nel 2007. Il tentativo di parlargli si è rivelato vano, perché non ha mai risposto al telefono. Si ipotizza che abbia suggerito il momento migliore per entrare in camera e rapire Maddie.
A Chi l'ha Visto, infine, l'appello affinché chi lo abbia visto durante la permanenza in Italia si faccia avanti. Nel settembre 2018 è stato arrestato a Milano, era trasandato, non aveva né soldi né documenti, ma si trovava nel Paese da nove giorni. 
 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Giugno 2020, 23:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA