M5S, Beppe Grillo rompe con Giuseppe Conte: «Non ha visione politica». Il direttorio si voterà su Rousseau

Video

Belle Grillo rompe il silenzio replicando a Giuseppe Conte all'indomani della faida scoppiata nel Movimento Cinque Stelle. Il fondatore del partito indice, inoltre, una consultazione online per l'elezione del comitato direttivo. «Conte - scrive sul suo blog - può creare l'illusione collettiva (e momentanea) di aver risolto il problema elettorale, ma non è il consenso elettorale il nostro vero problema. Il consenso è solo l'effetto delle vere cause, l'immagine che si proietta sullo specchio. Conte non ha né visione politica, né capacità manageriali».  

 

Leggi anche > Green Pass, il messaggio truffa che arriva sul telefono: «Non cliccate, prosciuga il credito»

 

«Non possiamo lasciare - continua - che un movimento nato per diffondere la democrazia diretta e partecipata si trasformi in un partito unipersonale governato da uno statuto seicentesco. Vanno affrontate le cause per risolvere l'effetto ossia i problemi politici (idee, progetti, visione) e i problemi organizzativi (merito, competenza, valori e rimanere movimento decentralizzato, ma efficiente). E Conte, mi dispiace, non potrà risolverli perché non ha né visione politica, né capacità manageriali. Non ha esperienza di organizzazioni, né capacità di innovazione»

 

«Indìco la consultazione in rete degli iscritti al MoVimento 5 Stelle per l'elezione del Comitato Direttivo, che si terrà sulla Piattaforma Rousseau. Ho, pertanto chiesto a Davide Casaleggio di consentire lo svolgimento di detta votazione sulla Piattaforma Rousseau e lui ha accettato. Chiederò, poi, al neo eletto Comitato direttivo di elaborare un piano di azione da qui al 2023», conclude Beppe Grillo. Ieri Giuseppe Conte in conferenza stampa aveva detto: «Non posso essere un capo dimezzato».


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Giugno 2021, 20:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA