Lupi, la loro sorte passa dalla Conferenza Stato-Regioni: «Non c'è accordo», chiesto l'incontro con le associazioni
di Remo Sabatini

Lupi, la loro sorte passa dalla Conferenza Stato-Regioni: «Non c'è accordo», chiesto l'incontro con le associazioni

È terminata con un nuovo rinvio, la seduta di oggi della Conferenza Stato Regioni che era stata convocata dal presidente Stefano Bonaccini e che, tra i punti all'ordine del giorno, avrebbe dovuto esprimersi in merito alla controversa questione dei lupi. "Non vi è accordo tra le Regioni, ha dichiarato Bonaccini al termine dell'incontro, quindi sarebbe stato inutile andare a disputare, meglio approfondire la questione. Nei prossimi giorni, ha concluso, incontreremo le associazioni. So che il Ministro Galletti accoglierà il rinvio".


3412596_1702_lupi_accordo_regioni_incontro_con_le_associazioni.jpg


Nel frattempo, rappresentanti di alcune di quelle associazioni delle quali faceva riferimento Bonaccini, erano presenti fuori dalla sede istituzionale di via della Stamperia, nonostante fossero stati vietati assembramenti e manifestazioni. Veneto, Toscana e Trentino, tra le poche Regioni a favore di un Piano che prevede l'abbattimento dei cosiddetti "lupi in esubero".

Così, tra cori di protesta, urlati sottovoce,  e cartelli e slogan, tutto è rinviato a data da destinarsi e i lupi, bracconieri permettendo, possono tornare a dormire sonni più tranquilli.
Il presidente della LAV, Gianluca Felicetti, ha commentato: "nuovo rinvio, quindi seconda sconfitta per Galletti".
Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-12-06 17:49:11
Lupi l'onorevole?
DALLA HOME