Incastrata con il camice nel macchinario: Luisa muore dopo il ricovero in ospedale

Padova, incastrata con il camice nel macchinario: Luisa Scapin muore dopo il ricovero in ospedale

Il titolare della ditta è indagato per omicidio colposo

Sono svanite dopo tre giorni di agonia le speranze per Luisa Scapin l'operaia che lunedì scorso era stata vittima di un grave incidente sul lavoro a San Giorgio in Bosco (Padova). La donna è morta stasera in ospedale a Padova dove era ricoverata in prognosi riservata. Luisa Scapin, abitava a Villa del Conte e aveva 62 anni. L'operaia era rimasta incastrata con il camice in un macchinario avvolgi cavo, che l'ha soffocata. 

 

Leggi anche > Allarme influenza aviaria: focolaio in un allevamento di 13mila tacchini in Veneto

 

Priva di sensi, è stata inizialmente soccorsa da un collega praticandole un massaggio cardiaco dopodiché è arrivato sul posto elisoccorso 118 che ha rianimato parzialmente la donna trasportandola poi all'ospedale. L'incidente è avvenuto alla ditta Filtessil che produce persiane avvolgibili. Poi il ricovero in ospedale, tre giorni di agonia, e oggi è sopraggiunto il decesso. Il titolare della ditta è indagato per omicidio colposo.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Ottobre 2021, 22:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA