Traini, l'avvocato choc: "La gente mi ferma per strada per dargli solidarietà, è allarmante"

Dopo gli spari a caso per strada, la solidarietà: non da parte di pericolosi skinheads o criminali o psicopatici, ma da parte di gente comune. Queste le ultime notizie sulla vicenda di Luca Traini.

Messaggi di solidarietà sono arrivati nei confronti di Luca Traini, autore del raid xenofobo a Macerata, espressi per strada al suo legale Giancarlo Giulianelli, secondo il quale invece l'azione del suo assistito è stata «scellerata». Lo ha riferito lo stesso avvocato dopo un incontro con il 28enne nel carcere di Montacuto. «Politicamente c'è un problema - ha detto Giulianelli -: mi ferma la gente a Macerata per darmi messaggi di solidarietà nei confronti di Luca. È allarmante ma ci dà la misura di quello che sta succedendo».

LEGGI ANCHE ---> Traini confessa: "Volevo vendicare Pamela, non sono pentito"​



«Questa classe politica: destra, sinistra, centro - ha chiesto il legale - come ha trattato il problema dei migranti? Se questo è il risultato... Luca è la punta di un iceberg, la più eclatante e da condannare, ma la base è molto più vasta. Ci sono persone, e non è neanche un fatto di razzismo, che non condividono il modo di gestire i migranti. La politica non ha dato una risposta al problema - ha concluso Giulianelli -: la destra l'ha strumentalizzato, la sinistra l'ha ignorato e sottovalutato. Se nel formicaio ci metti altre formiche, scoppia e poi può succedere questo...».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 5 Febbraio 2018, 20:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA