Luca, campione nella vita: l'atleta paralimpico dona lo stipendio alla Protezione Civile del suo paese

Luca Mancioli, l'atleta paralimpico con sindrome di Down dona lo stipendio alla Protezione Civile del suo paese

«Campioni si è nella vita prima che in pista». Con questa frase la Protezione civile di Sassoferrato (Ancona) ha esordito comunicando lo straordinario gesto di Luca Mancioli, atleta con sindrome di Down, pluricampione mondiale ed europeo di atletica leggera nelle distanze veloci della sua categoria.



«Come ormai sanno tutti i sassoferratesi - dicono dalla Protezione civile sentinate - il nostro campione Luca Mancioli è un esempio per cuore, passione, forza e coraggio. Il 29 marzo scorso ci ha contattato per donare alla Protezione civile comunale la sua paga mensile frutto di una borsa lavoro, un gesto che ci ha ancora una volta riempito di orgoglio».

Luca Mancioli corre con i colori della polisportiva disabili Mirasole Fabriano (Ancona) e ovviamente con i colori azzurri dell'Italia, si allena a Fabriano con il tecnico Max Poeta grazie alla collaborazione con l'Atletica Fabriano, e attraverso questo gesto si conferma un vero campione. Quattro record italiani outdoor, tre indoor e il miglior tempo europeo 2013 sui 100 metri, grazie a una borsa lavoro in scadenza a luglio 2020, svolge l'attività di collaboratore scolastico nella scuola primaria di Sassoferrato, ed ha deciso di devolvere l'ultima mensilità alla Protezione Civile del paese in cui vive. L'idea è stata subito condivisa da mamma Dea e papà Renato. «Grazie Luca, sei un raggio di sole nel buio della tempesta. Grazie ancora per essere d'esempio a tutti noi», conclude la Protezione Civile di Sassoferrato.

 
 
Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Aprile 2020, 13:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA