Lo spot della propaganda russa: i poliziotti stringono la mano a un vandalo, ecco perché - Video

La scena è racchiusa in uno degli spot che sarebbero stati diffusi dalla polizia di San Pietroburgo

Lo spot della propaganda russa: i poliziotti stringono la mano a un vandalo, ecco perché

Un ragazzo viene sorpreso mentre imbratta i muri della città con una bomboletta spray e i poliziotti invece di punirlo gli stringono la mano premiando il suo gesto vandalico. È il contenuto di un video che sta girando in rete per alimentare la propaganda russa. Si tratta, infatti, di uno spot costruito appositamente. I poliziotti, infatti, si congratulano con il giovane vandalo perché ha disegnato la Zeta, il simbolo dell'invasione russa in Ucraina.

Leggi anche > Ucraina, diretta. Mariupol assediata, attacchi ogni dieci minuti: «Tutti aspettano la morte». Kiev, bombe su centro commerciale: 8 morti. Razzi da navi russe su Odessa

  La propaganda russa ha subito un'accelerazione negli ultimi giorni. La Z compare sopra i blindati russi  e gli indumenti e unisce tutti quelli che credono in Vladimir Putin. Nello spot gli agenti invece di intimargli di smettere o di ripulire si compiacciono e gli stringono la mano. La scena è racchiusa in uno degli spot che sarebbero stati diffusi dalla polizia di San Pietroburgo, secondo quanto riporta su Twitter il canale di notizie Ukr report. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato che Z sta per Za pobedu ("Per la vittoria").


Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Marzo 2022, 14:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA