Covid, Liliana Segre vaccinata oggi: «Sono molto felice, non abbiate paura di farlo»

Video

Liliana Segre ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid. La senatrice a vita, sopravvissuta ad Auschwitz, si è sottoposta alla vaccinazione presso il Fatebenefratelli di Milano.

Leggi anche > Covid, il fisico Sestili: «Abolire le zone gialle, situazione in peggioramento. Rischiamo la terza ondata»

Liliana Segre e il vaccino anti Covid

Liliana Segre, 90 anni, si è presentata al centro vaccinale verso le 11.30 di questa mattina per la somministrazione programmata. Ad accoglierla anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e il vice presidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti. «Andiamo con fiducia a questo incontro perché sarà veramente l'unico modo che ognuno di noi ha di combattere questo grande nemico» - le prime parole della senatrice a vita - «Mi sembra che questa volta, contro un nemico invisibile, abbiamo così poche armi che l'essere vaccinati vorrà dire essere più facilmente invitati dai nostri figli, dai nostri nipoti, dai nostri amici che hanno paura di incontrarci per non passarci questo temibile virus. Mi sembra una grande opportunità a cui tutti dobbiamo rispondere, grati che si possa fare».

Liliana Segre, l'appello: «Non abbiate paura del vaccino»

«Credo molto nella vaccinazione, è una cosa che ho sempre seguito per tutta la vita, fin da quando ero bambina, poi quando ho viaggiato. Poi ho vaccinato i miei figli e sono stati vaccinati anche i miei nipoti. Per me non è niente di nuovo. Non ho paura del vaccino, ho paura della malattia. Chi si rifiuta di fare il vaccino forse ha paura o non è abbastanza informato. Ai miei coetanei dico di non avere paura» - spiega Liliana Segre - «Quello che mi ha profondamente segnato di questa pandemia è purtroppo dovuto a cose che avevo già visto. Questo è un nemico invisibile e io ho conosciuto anche nemici visibili. Non ho mai visto, dopo questi fatti tragici, dovuti sia a nemici visibili che invisibili, che l'uomo sia migliorato. Ho visto a suo tempo sciacallaggio, prepotenze, che il debole veniva sopraffatto dai più forti e qualche volta ho rivisto questo anche in tempo di pandemia. La speranza questa volta, però è data da un corpo sanitario che si è dimostrato eroico e non è sempre facile essere eroici in tempi di pandemia. Queste persone sono quegli eroi che si distinguono, per lo più ignoti. Sono molto importati, loro sono l'uomo che fa la scelta».

Vaccino Covid anche per Renato Pozzetto e Carla Fracci

Fra gli over 80 noti, oltre alla senatrice a vita Liliana Segre, sono stati vaccinati oggi al Fatebenefratelli, in centro a Milano, anche la grande ballerina Carla Fracci e l'attore Renato Pozzetto.

Vaccino Covid, al via oggi per gli over 80 in Lombardia

Prosegue senza particolari criticità, la prima giornata di vaccinazione per i cittadini over 80 della Lombardia. Molti i 'grandi anzianì che, dopo essersi prenotati ed aver ricevuto conferma di luogo ed orario dell'appuntamento, dalle 8 di questa mattina si sono presentati nei 74 centri vaccinali regionali predisposti. Viene riferito solo qualche rallentamento di natura burocratica, legato ai numerosi moduli che le persone da vaccinare (o i loro accompagnatori) devono obbligatoriamente compilare prima della somministrazione. Al Fatebenefratelli Oftalmico di Milano, tra i primi vaccinati anche la senatrice a vita Liliana Segre, mentre nel centro vaccinale dell'ospedale Niguarda di via Ippocrate 45, in sole tre ore sono state somministrate le vaccinazioni che erano previste in cinque ore. All'ospedale Sant'Anna di Como le vaccinazioni hanno preso il via alle 9 di questa mattina e riguardano per oggi 132 cittadini, mentre altre 210 dosi saranno somministrate domani ad altrettanti over 80. A Lecco, i primi ad essere stati vaccinati all'ospedale Manzoni, sono stati cittadini con più di 95 anni d'età, tutti accompagnati da famigliari, ma autosufficienti.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Febbraio 2021, 15:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA