Lele Mora rapinato di 40mila euro in contanti in un campo rom: doveva comprare una partita di champagne

Lele Mora rapinato e minacciato in un campo rom a Milano. Brutta avventura per l'ex agente dello spettacolo che è stato derubato di 40mila euro in un campo nomadi milanese. La rapina a Lele Mora ricostruita su Leggo.it
I fatti risalgono al maggio scorso, quando Lele Mora ha raggiunto il campo rom insieme a una sua conoscenza, un pluripregiudicato, per comprare champagne: come riporta il Corriere.it, l'affare consisteva in una partita di champagne Dom Perignon e Christal a prezzi convenienti. I 40mila euro rubati servivano per l'acquisto, appunto, ed erano del suo accompagnatore al quale aveva proposto l'affare.

Bambino nel pozzo, fallito il primo tentativo di salvare Yulen: «Il terreno è troppo instabile»



«Contavo di guadagnare da questa operazione 10 euro a bottiglia», ha raccontato Lele Mora nell'ambito dell'inchiesta. Mora ha raccontato il susseguirsi degli eventi di quella giornata:  «Ci hanno detto di seguirli in auto lungo il Naviglio, siamo arrivati su uno sterrato e poi ad un cancello. Ho capito solo a quel punto che eravamo in un campo nomadi». Una volta sul posto, la brutta sorpresa: ad attendere Lele Mora e il suo accompagnatore non c'era champagne, ma un agguato. «Ho mostrato i soldi, un uomo allora ci ha condotti all'interno della sua roulotte, ha finto di prendere delle bottiglie di champagne e mi ha strappato dalle mani il borsello con il denaro. Subito hanno fatto irruzione tante donne, all'improvviso urlavano: Via, via c’è la polizia, udivamo colpi di arma da fuoco, sono intervenuti altri uomini di corsa. Ci hanno malmenato e poi tutti insieme, a spintoni, ci hanno cacciato via dal campo».
 
 


Lele Mora sostiene di non aver denunciato l'accaduta per timore che, a causa della sua notorietà, avrebbe potuto subire ritorsioni. Secondo quanto sostenuto, la somma di denaro rubata, i 40mila euro, non erano di proprietà di Mora ma del pluripregiudicato per rapina, porto d’armi, ricettazione e spaccio al quale si accompagnava e al quale aveva proposto l'affare. Mora racconta di aver poi subito minacce e pressioni per saldare il debito: «Ho chiesto la somma in prestito a mio figlio e ho pagato».

Dalla vicenda è nata un'indagine per estorsione nella quale Mora è vittima, durante la quale la Procura di Milano ha individuato e indagato il presunto estorsore in una complessa vicenda che ha coinvolto anche un amico di MoraLele Mora, 63 anni, ex agente dello spettacolo, condannato a sei anni e un mese per evasione fiscale, bancarotta e favoreggiamento della prostituzione, ha scontato la pena nella comunità Exodus di Don Mazzi.​

 
Giovedì 17 Gennaio 2019, 08:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA