Laura Ziliani, il compagno agli inquirenti: «Era serena e tranquilla». Ora è chiuso in un doloroso silenzio

Laura Ziliani, il compagno agli inquirenti: «Era serena e tranquilla». Ora è chiuso in un doloroso silenzio

Laura Ziliani, poche ore prima di essere uccisa da due delle sue tre figlie e dal fidanzato di una di loro, era «serena e tranquilla». Lo aveva spiegato ai carabinieri, nello scorso maggio, subito dopo la scomparsa della donna, il compagno Lorenzo.

 

Leggi anche > Laura Ziliani, la mamma sulle nipoti e il fidanzato di Silvia: «Quei tre erano troppo attaccati ai soldi»

 

L'uomo era stato subito ascoltato dagli investigatori, una volta che di Laura non si era più saputo nulla. Lorenzo ha spiegato di aver visto la compagna per l'ultima volta nella serata di sabato 7 maggio, poche ore prima dell'omicidio, avvenuto la domenica della Festa della mamma. «Avevamo parlato molto durante il tragitto da Brescia a casa sua a Temù, mi era sembrata tranquilla e serena», aveva spiegato il compagno di Laura Ziliani ai carabinieri. Ora l'uomo, che vive a Roncadelle, dopo aver saputo degli arresti delle figlie di Laura e di Mirto Milani si è chiuso in un silenzio pieno di dolore e preferisce non parlare con i giornalisti.


Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Settembre 2021, 22:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA