Lapo Elkann ricorda Edoardo Agnelli: «Gentile e curioso, credeva nel dialogo. Mi manca molto»

Lapo Elkann ricorda Edoardo Agnelli: «Gentile e curioso, credeva nel dialogo. Mi manca molto»

Un omaggio profondo e toccante allo zio materno

Lapo Elkann ricorda lo zio Edoardo Agnelli. E lo fa con un tweet profondo e toccante.

 

Leggi anche > Cristiano Ronaldo, da Manchester a Madrid per sorprendere Georgina: jet privato e ristorante stellato

 

«Stamattina mi sono alzato pensando a Edoardo», ha premesso Lapo Elkann ricordando il fratello di sua madre Margherita. Il primogenito di Gianni Agnelli e Marella Caracciolo morì suicida nel 2000 all'età di 46 anni, dopo una vita intensa e tormentata, dove la passione per i viaggi, l'esoterismo e la filosofia soppiantò il ruolo di erede designato alla guida della Fiat. 

 

 

 

 

Lapo Elkann, su Twitter, ha descritto così lo zio Edoardo Agnelli: «Credeva nel dialogo tra diverse culture e religioni. Era gentile quanto curioso. Amava viaggiare e ascoltare le storie degli uomini semplici. Credeva che Dio appartenesse a tutti. Mi manca molto».


Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Gennaio 2022, 18:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA