La scomparsa di Gessica e l' ombra dei ricatti hard ai clienti del giro di prostituzione filmati di nascosto durante gli incontri
di Emilio Orlando

La scomparsa di Gessica e l'ombra dei ricatti hard ai clienti del giro di prostituzione filmati di nascosto durante gli incontri

Una traccia che lega la sparizione della 27 enne di Favara,  madre di quattro figli,  al giro di ragazze squillo gestito da Gaspare Volpe suo ex datore di lavoro, sembra passare per delle estorsioni a luci rosse, che  alcune delle donne coinvolte nel organizzazione, praticavano ai clienti  maggiormente  facoltosi, più in vista  che avevano una reputazione da mantenere o più semplicemente a uomini sposati. Infatti dopo le intercettazioni telefoniche effettuate dai carabinieri nel corso di un procedimento penale per estrosione che riguardava Volpe. In questo contesto dove è emerso che Gessica Lattuca insieme ad altre ragazze in gravi e precarie situazioni familiari ed economiche si prostitutiva in cambio di qualche euro, dosi di cocaina e generi alimentari, sembra affacciarsi quest' altra inquietante ipotesi.

Gessica Lattuca, svolta nelle indagini: la 27enne coinvolta in un giro di prostituzione

Sembrerebbe infatti, che ad esercitare il mestiere più antico del mondo ci fossero anche altre ragazze residenti non solo a Favara ma anche in altri comuni come Agrigento e Castrofilippo. Gli incontri con i clienti avvenivano in località appartate, a riparo da occhi indiscreti spesso in autovetture o in casolari di campagna in disuso. Proprio in questi frangenti alcune di loro erano solite riprendere le effusioni, all' insaputa del cliente di turno, con il cellulare nascosto nelle borsette  per poi iniziare a ricattarli. Questa pista investigativa non ha fornito ancora elementi utili al ritrovamento di Gessica, ma sembra essere tra quelle non battute, quella che potrebbe portare alla soluzione del giallo. Il quadro venuo fuori dall' inizio di questa vicenda è quello di uno spaccato sociale che ha mostrato fin' ora degrado urbano cronico, giovani donne che vendono il loro corpo per pochi euro per comprarsi la droga o per contribuire ad un menage di miserie e disperazione.

Gessica Lattuca, arrestato il suo ex datore di lavoro

«Abbiamo filmato tutto per tua moglie»: ricatto ai clienti delle squillo

Sono passati più di due mesi dal quel maledetto 12 agosto, quando la ragazza scompare nel nulla. A nulla sono valsi i vari appelli della madre Giuseppina, del fratello Enzo e del ex compagno Filippo Russotto, padre di tre dei quattro figli, per il momento unico indagato per i reato di sequestro di persona. Nei giorni scorsi il reparto investigazioni scientifiche di Messina ha sequestrato tutte le abitazioni e le pertinenze dell' uomo per cercare tracce biologiche o materiali che potessero in un qualche modo portare a chiarire il mistero.  Nessuna novità intanto dal fronte investigativo scientifico ma  si attendono in settimana alcuni responsi : << A breve la procura di Agrigento deciderà il da farsi - ha commentato l'avvocato Salvatore Cusumano, legale di Russotto - in base alle risultanze degli esami di laboratorio. Il mio assistito è vittima in questa vicenda. Confidiamo nella magistratura che chiarirà ogni singola posizione >>.

Gessica Lattuca nel giro di squillo, le indagini dei Ris sui reperti sequestrati a casa di Russotto

I carabinieri della tenenza di Favara diretti dal tenente Giovanni Casamassima, continuano ad asoltare testimoni e persone informate sui fatti per ripercorrere i loro racconti e le dichiarazioni per focalizzare particolari importanti che nelle prime fasi dele indagini potrebbero essere stati omessi dalle persone coinvolte. E' atteso nei prossimi giorni un incontro con i giornalisti in procura ad Agrigento, per fare il punto sulla situazione.

Soldi in cambio di video hard, sventato ricatto sessuale a Roma
 
Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre 2018, 09:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA