L'Ue vuole vietare i termini "Mr", "Mrs" e Buon Natale: «Stressanti e discriminatori». Poi ci ripensa...

L'Ue vuole vietare i termini "Mr", "Mrs" e Buon Natale: «Stressanti e discriminatori». Poi ci ripensa...

Addio Mr e Mrs e Buon Natale. Questo è quanto stabilito dall'Unione Europea nelle sue nuove linee guida per una "corretta comunicazione" nel documento dal titolo "Union of Equality". Lo scopo della commissione è non creare discriminazione raziale, sessuale o religiosa.

Leggi anche > Covid scuola, con un solo positivo tutta la classe andrà in dad. «È necessario»

A tal fine verrà utilizzato il termine generico Mrs per appellare una persona, senza quindi riferimento al sesso, mentre per fare gli auguri natalizi è bandita la terminologia "Buon Natale" in favore del "Buone feste", così da non avere alcun riferimento a una specifica religione. Quest'ultima scelta però ha visto un dietrofront lampo e a poche ore dalla decisione alla fine è stato deciso che in realtà potrà essere usato e che non offende nessuno. Lo scopo della Commissione è portare «ogni persona in Ue ad avere il diritto di essere trattato in maniera eguale» senza riferimenti di «genere, etnia, razza, religione, disabilità e orientamento sessuale».

A parlare è stato il commissario Ue all'Uguaglianza Helena Dalli. "Non è un documento maturo e non va incontro ai nostri standard qualitativi. Quindi lo ritiro e lavoreremo ancora su questo documento", ha aggiunto.

Un'idea che però ha trovato le opposizioni di Forza Italia che ha inviato un'interrogazione alla Commissione Ue in cui si chiede di modificare queste linee guida, nel rispetto delle radici cristiane dell'Unione europea?.


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Novembre 2021, 13:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA