Jesolo, pestaggio nella notte davanti a un locale: 38enne tunisino in fin di vita

Jesolo, pestaggio nella notte davanti a un locale e un 38enne ora rischia la vita. L'episodio di inaudita violenza quello capitato la notte scorsa ai danni di un tunisino residente a Padova. Teatro della rissa la zona nelle vicinanze di piazza Milano, a Jesolo (Venezia) all’esterno di un locale che abitualmente tiene aperto fino a tardi. A terra è rimasto un uomo di 38 anni che le forze dell’ordine già conoscono, avendo vari precedenti penali, anche per spaccio. Il fatto è avvenuto verso le 3 di notte.



I carabinieri stanno visionando un  video girato da  un passante che ha ripreso il pestaggio. Pare che l'uomo, in stato di ebbrezza, abbia iniziato a infastidire a un gruppetto di giovani che si trovavano all’esterno di un locale. Prima qualche parola di troppo, poi ci sarebbero state le urla indirizzate al gruppetto, quindi gli insulti, forse anche sputi. Avrebbe, quindi, rovesciato dei cassonetti, arrivando anche a mandare in frantumi lo specchietto della propria auto. Un atteggiamento che sarebbe andato avanti per oltre un’ora: c’è chi ha ritenuto di chiamare i carabinieri, proprio intuendo che la situazione potesse degenerare. Come in effetti è poi avvenuto, con il “carnefice” che è divenuto vittima.

Tre, forse quattro persone, si sono alzate, si sono dirette verso l’uomo ed hanno iniziato a picchiarlo selvaggiamente con calci e pugni. Tutto di fronte ad altre persone, una delle quali avrebbe anche registrato un video, che sarebbe stato poi visionato dalle forze dell’ordine. Quando è arrivata la pattuglia dei carabinieri, il gruppetto si era ormai dileguato. Il tunisino era a terra, esanime

Non è purtroppo il primo episodio di violenza: solo sabato scorso c'era stata una maxi rissa in cnetro fra una trentina di giovani .
 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 3 Luglio 2020, 13:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA