Italiano arrestato in Colombia: partiva con una bimba di 18 mesi non sua. La frase choc della madre
di Alessia Strinati

Italiano arrestato in Colombia: partiva con una bimba di 18 mesi non sua. La frase choc della madre

Fermato in aeroporto con una bambina di 18 mesi. Un italiano è stato bloccato dalla autorità colombiane mentre provava a imbarcarsi per Amsterdam con una bimba non sua al fine, presumibilmente, di venderla. Mirco Coccato, di 49 anni, è stato arrestato dai servizi migratori per traffico di minori allo scalo di Cartagena de Indias.

Leggi anche > Jeffrey Epstein morto suicida in carcere: il miliardario accusato di abusi e traffico di minori

Secondo quanto riporta la stampa locale a far scattare i sospetti è stato il documento della piccola che aveva una data di partenza che non coincideva con quella del viaggio. Le autorità hanno deciso di fare dei controlli, ma a quel punto l'uomo avrebbe iniziato ad irritarsi, avvalorando i sospetti. Coccato sosteneva di essere il padre biologico della bambina, ma il doumento di nascita della piccola, firmato dalla madre, aveva delle irregolarità.

Pare che l'uomo fosse stato altre volte in Colombia, ma nessuna coincideva con la sua presunta paternità, quindi si è escluso che potesse essere il papà della bimba e si è proceduto all'arresto. La mamma biologica della bambina è stata contattata dalla polizia e a quel punto ha confessato di aver affidato la figlia a Coccato perché la portasse in un paese dove potesse avere una vita migliore. La bambina è stata ora affidata ai servizi sociali. 


 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre 2019, 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA