Ischia, il ministro Pichetto Fratin: «Troppi abusi edilizi, in galera il sindaco». La replica: «Non sa di che parla»

Il duro botta e risposta, poi il chiarimento dal Ministero: "Solo riflessione di carattere generale"

Video

Duro botta e risposta tra il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto Fratin e uno dei sindaci della zona dell'alluvione a Ischia. Ai microfoni di Rtl 102.5, il ministro ha usato parole durissime contro l'abusivismo e chi lo ha avallato negli ultimi anni: «Basterebbe mettere in galera il sindaco e tutti quelli che lasciano fare» eventuali abusi edilizi, ha detto Pichetto Fratin.

Frane, Roma tra le città più a rischio in Italia: «300mila abitanti in pericolo, ecco perché»

Secondo il ministro «il disastro» di Ischia «sarebbe stato evitato se non avessero costruito nell'alveo e se fossero state fatte le opere di messa in sicurezza. Ci sono stanziamenti per quell'area previsti da dieci anni e oggi risultano solo a livello progettuale», ha ricordato. «Confischerei quello che è abusivo per valutare quello che è pericoloso», ha detto ancora Pichetto Fratin, secondo il quale è necessario che «tutti facciano davvero il proprio dovere: da me all'ultimo amministratore».

Sindaco Lacco Ameno: «Non sa di che parla»

Altrettanto dura la replica di Giacomo Pascale, sindaco di Lacco Ameno: «Il ministro Pichetto Fratin mi sorprende con queste sue dichiarazioni, forse non sa di cosa parla…», dice all'Adnkronos. «Noi abbiamo avuto una frana di dimensioni enormi - dice il sindaco - che è scesa dal Monte Epomeo a una velocità enorme trascinando tutto, quindi se il ministro parla di quanto accaduto trovo questa dichiarazione fuori luogo». «Per quanto riguarda il resto - aggiunge- lui è ministro e ha il potere di fare ciò che vuole anche arrestare il sindaco o requisire gli immobili. Noi siamo qui».

«Magari bastasse l'arresto di un sindaco per non vivere le sciagure», dice. «Io invece penso che il ministro si potrebbe fare carico di una svolta, dopo anni di chiacchiere e incurie, facendo quello che dice il governatore De Luca ma che è inascoltato. A partire da un piano decennale per la messa in sicurezza de l territorio con una cabina di regia, sburocratizzate gli appalti e un patto serio tra tutte le forze politiche. Che anche se cambiassero i governi non si dovrebbe modificare il programma. Noi passiamo da una emergenza all'altra».

Giacomo Pascale, sindaco di Lacco Ameno

Il ministero chiarisce: solo una riflessione generale

Quella del ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin «è una riflessione di carattere generale e non fa riferimento ad alcun amministratore in modo particolare». Lo si sottolinea in una nota del ministero, aggiungendo che la dichiarazione «tantomeno si riferisce al commissario prefettizio che sta guidando in modo inappuntabile Casamicciola da quando è stata indicata dal Governo». Il ministro - si ricorda - «ha aggiunto: 'io confischerei quello che è abusivo, e poi andrei a vedere caso per caso'. Secondo il ministro, infatti, 'una cosa è condonare piccole inosservanze, che spesso le costruzioni si portano dietro da decenni. Altro sono i grandi abusi, le costruzioni in totale assenza di piani regolatori, in sfregio al paesaggio e alla sicurezza ambientale, che spesso vengono innalzate in una notte'».


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Novembre 2022, 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA