Ischia, volontaria trova una bambola nel fango. L'appello sui social: «Voglio restituirla alla bambina che l'ha persa»

Una donna di Ischia ha ritrovato la bambola completamente ricoperta dal fango, l'ha pulita e rivolto un appello social per restituirla alla bambina che l'ha persa

Video

di Redazione web

Una piccola bambola abbandonata nel fango e ritrovata da una donna, tra le macerie ed il dolore di Casamicciola, sull'isola di Ischia. «Ho trovato nel fango questa piccola bambola che porterò con me, magari insieme troviamo la proprietaria» ha scritto su Facebook che Regina Buono, ischitana che sull'isola sta dando una mano come tante persone di buona volontà.

Ha ritrovato il giocattolo salendo Monte della Misericordia, vicino ad un centro termale, danneggiato dall'alluvione. «La bambola sta bene, è stata lavata e ha mangiato. Vuole solo tornare a casa» le parole tenere scritte sulla bacheca social.

Frane, Roma tra le città più a rischio in Italia: «300mila abitanti in pericolo, ecco perché»

Si cerca la bimba

Chissà a chi appartiene quella bambola. In queste ore il tam tam social si fa sempre più fitto e si cerca la bimba che possa averla stretta tra le braccia. La volontaria stava spalando fango, quando ha trovato la bambola di pezza, e ha deciso di rivolgere un appello per cercare la principessina che l'ha persa e farle tornare il sorriso, proprio come alla bambola.

Frana Ischia, Gianluca, moglie e figlio ancora dispersi. Lo zio: «Hanno trovato morti due dei bambini»

Polemica con la stampa

Ma la notizia della bambola ritrovata sembra aver irritato Regina Buono che nell'ultimo post ha scritto: «Rispondo qui pubblicamente, alle vostre richieste di rilasciare una dichiarazione in merito alla ricerca della proprietaria della bambolina.....il mio è stato un gesto semplice e nel nostro piccolo di GRANDE COMUNITÀ ci stiamo muovendo...... Non parlo con certa stampa, che puntualmente ha fatto AD ISCHIA del nostro dramma uno SPETTACOLO MEDIATICO senza scrupolo».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Novembre 2022, 14:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA