Ironman morto in bici: l'ultima pedalata di Riccardo, malore fatale davanti all'amico

Riccardo Palma Rambaud era un appassionato di Triathlon e da anni si allenava come ironman

Ironman morto in bici: l'ultima pedalata di Riccardo, malore fatale davanti all'amico

di Redazione Web

È stata l'ultima pedalata di Riccardo Palma Rambaud. Nella mattinata di giovedì 17 novembre, Riccardo è morto all'età di 68 anni, mentre era in sella alla sua bicicletta, praticando lo sport che amava di più. L'uomo era un Ironman e il fondatore della società sportiva Venezia Triathlon di cui è stato anche presidente. 

Leggi anche > Auto contro un palo in cemento: Leonardo muore a 28 anni

La tragedia

 

La tragedia si è consumata nella tarda mattinata giovedì 17 novembre: Riccardo era uscito dal Lido di Venezia e stava facendo una sgambata in bicicletta insieme a un amico, con cui usciva spesso per gli allenamenti. Quando il violento infarto lo ha colpito i due si trovano nella zona di Eraclea, quindi a parecchie decine di chilometri da casa. L'amico e compagno di allenamento lo ha immediatamente soccorso, ha allertato il numero di emergenza 118, ma purtroppo tutto si è rivelato inutile. Il malore, violentissimo, lo ha ucciso praticamente all'istante.

Il cordoglio

La notizia della morte di Riccardo Palma Rambaud, si è rapidamente diffusa al Lido. L'uomo stava benissimo e non aveva avuto alcun tipo di avvisaglia, nonostante i 68 anni, si presentava con un fisico preparato e allenato. Uno sportivo a tutto tondo: appassionato di Triathlon e, in passato, giocatore di rugby. E sui social la sua società sportiva ha voluto ricordarlo con una foto, senza alcuna didascalia perché, in alcune situazioni, le parole sono superflue. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Novembre 2022, 17:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA