L'Inps chiede risarcimento di 124mila euro alle figlie orfane di femminicidio, interviene Mattarella

L'Inps chiede risarcimento di 124mila euro alle figlie orfane di femminicidio, interviene Mattarella

Interviene Mattarella sul caso delle due ragazze minorenni a cui l'Inps chiede 124mila euro dopo la morte della madre per mano del padre, poi suicidatosi. Il Presidente della Repubblica ha chiamato la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo per parlare della richiesta di risarcimento nei confronti delle due ragazzine, colpite più di ogni altro dalle conseguenze del delitto.

La vicenda risale al 28 luglio 2013, a Marina di Massa (MC). Un uomo uccise l'ex moglie, ferì gravemente l'uomo che credeva essere il suo nuovo compagno e poi si suicidò. Il gesto rese orfane due bambine le quali ora, in quanto eredi, sono state chiamate dall'Inps a pagare 124.000 euro, spesa sostenuta dall'Istituto come indennità di malattia e per l'assegno di invalidità erogato all'uomo sopravvissuto.

Il Governo sta seguendo da vicino il caso di Massa Carrara. È quanto si legge in una nota del ministero del Lavoro: già ieri le ministre Elena Bonetti e Nunzia Catalfo, hanno avuto un colloquio dal quale è nata l'intenzione di convocare un tavolo tecnico. Nei prossimi giorni le ministre, insieme a Roberto Gualtieri, incontreranno il Presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, per trovare una soluzione che tuteli tutte le persone coinvolte nella vicenda, a cui lo Stato è umanamente vicino.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Dicembre 2019, 08:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA