Influenza, l'allarme dell'esperto: «Quest'anno meno casi ma più aggressivi, anche letali»

L'influenza di quest'anno potrebbe colpire meno persone, ma in maniera molto più aggressiva: è l'allarme lanciato dal virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco, dopo la pubblicazione della composizione dei vaccini, all'ANSA. Quest'anno, spiega Pregliasco, la stagione influenzale potrebbe avere meno casi rispetto a quella scorsa, ma più aggressivi: al momento è però difficile prevedere come sarà la stagione in arrivo, precisa.

Leggi anche > Meteo, l'uragano Humberto minaccia l'Europa: addio estate, piogge in arrivo

«Quella scorsa è stata tra le due peggiori degli ultimi anni per numero di casi, pur essendo partita un po' in sordina - sottolinea -. Quest'anno le prime previsioni che si possono fare, soprattutto sulla base dell'andamento dell'epidemia nell'emisfero australe , sono per una stagione con meno casi ma più aggressivi, data la presenza dei virus A che di solito danno più complicazioni».



Il caso emerso ieri del bambino negli Usa morto per influenza, aggiunge Pregliasco «ci ricorda che questa malattia può uccidere, soprattutto i soggetti più fragili. Da noi la consapevolezza è minore, mentre invece bisogna essere preparati. Soprattutto se ci sono comorbidità, come in questo caso, l'influenza può essere molto pericolosa, e non a caso ogni anno registriamo nel nostro paese 8-10mila morti collegati al virus - prosegue -. I più a rischio sono i soggetti anziani, o chi ha una malattia preesistente, ma le complicazioni possono riguardare tutti».

Giovedì 19 Settembre 2019, 17:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA