Influenza al culmine: 52 morti,13 nell'ultima settimana. Più colpito il Centro-Sud

Influenza al culmine: 52 morti,13 nell'ultima settimana. Più colpito il Centro-Sud

Sono 282 i casi gravi e 52 i decessi a causa dell'influenza - 13 dei quali nell'ultima settimana - registrati dall'inizio della stagione epidemica. Questo il bilancio della rete di sorveglianza Influnet dell'Istituto superiore di sanità.

Influenza, è allarme: 282 casi gravi e 52 mortI, 13 nell'ultima settimana

Il numero di casi gravi e decessi ha registrato un aumento negli ultimi 7 giorni monitorati, che hanno segnato il picco dei contagi con 832.000 casi in una settimana. L'80% dei casi gravi e l'85% dei decessi presentano almeno una patologia cronica preesistente.

Manuel Bortuzzo, il video choc della sparatoria: il nuotatore cade a terra, la disperazione della fidanzata


Dall'inizio della sorveglianza (ottobre 2018) sono stati segnalati 282 casi gravi di influenza con 52 decessi. I casi sono stati segnalati, finora, da 17 Regioni e Province autonome. Lo rivela l'approfondimento del bollettino Influnet dell'Istituto superiore di sanità (Iss), FluNews Italia. L' influenza ha colpito tutte le Regioni italiane, anche se in modo particolare quelle del Centro e Sud. Nello specifico - secondo il documento - dall'inizio della sorveglianza sono stati stimati 4.780.000 casi di sindrome influenzale in tutto il Paese.

«Il 61% dei casi gravi è maschio e con un'età media di 61 anni. Tra i deceduti l'età mediana è pari a 69 anni e il 91% dei decessi si è verificato in soggetti d'età pari o superiore a 50 anni - evidenzia il report - Nell'80% dei casi gravi e nell'85% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesità) e l'83% risulta non vaccinato. Quattro casi gravi si sono verificati in donne in stato di gravidanza».

Ultimo aggiornamento: 23:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA