Infermiere spiate e riprese sotto la doccia: scandalo nell'ospedale di Empoli

Alla fine del turno, le operatrici sanitarie, venivano riprese da una telecamera nascosta: "Quello che è successo è vergognoso"

Infermiere spiate e riprese sotto la doccia: scandalo nell'ospedale di Empoli

Venivano spiate e filmate mentre facevano la doccia dopo il loro turno di lavoro. È quanto accadeva ripetutamente a un gruppo di infermiere in servizio presso l'ospedale San Giuseppe di Empoli. Fino a quando una di esse si è accorta dell'obiettivo di una telecamera, nascosto nella parete sotto il miscelatore dell'acqua e puntato verso i box doccia.

 

Leggi anche > A 13 anni minaccia una coetanea: «Stai attenta perché mio padre è mafioso»

 

Dopo la scoperta choc, le operatrici sanitarie hanno scoperto che quel piccolo marchingegno era collegato con lo spogliatoio del personale tecnico, dove le autorità hanno trovato un monitor che trasmetteva le immagini dall'altra parte della parete.

 

Non è ancora chiaro da quanto tempo fosse stata installata la telecamera, in effetti tutti pensavano fosse una semplice irregolarità del muro. Eppure è bastato l'allarme lanciato da un'infermiera che stava utilizzando i locali a coinvolgere le colleghe, che subito sono andate a controllare. In seguito, con l'aiuto di una pinzetta, le infermiere sono riuscite a estrarre la telecamera e parte del filo che la collegava al resto dell'impianto.

 

«Siamo inorridite, schifate - hanno dichiarato le operatrici sanitarie del San Giuseppe - cosa c’è di così sensuale o eccitante nello spiare una donna che si sta facendo una doccia dopo aver smontato dal proprio turno di lavoro?».

 

Adesso la preoccupazione è se le riprese siano state utilizzate da un singolo e poi conservate, oppure se le immagini rubate siano già state fatte girare sul web.  «Ci auguriamo che il responsabile o i responsabili vengano individuati - ripetono le infermiere - quello che è successo è vergognoso». 

 

Ai carabinieri il compito, attraverso le indagini già avviate, di individuare i colpevoli  ma per ora non è trapelato alcun dettaglio.


Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Maggio 2022, 10:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA