Spaventoso incidente a Mestre, auto contromano nel sottopasso: 4 feriti. «Scappava dalla polizia»

A provocare lo schianto è stato un uomo - senza documenti - probabilmente in fuga dalle forze dell'ordine

Spaventoso incidente a Mestre, auto contromano nel sottopasso: 4 feriti. «Scappava dalla polizia»

Ancora paura sulle strade del Veneto, a causa di persone dalla guida criminale. Un'auto ha imboccato ad alta velocità un sottopasso a Mestre invadendo la corsia opposta e provocando un frontale. Feriti, in codice giallo, i due conducenti, mentre in una terza vettura sono rimasti coinvolti e portati in ospedale per controlli, senza conseguenze, una madre con il figlio. 

Incidente in una gara di moto a Misano: morto Federico, pilota romano 27enne

Lo spaventoso incidente a Mestre

Secondo una prima ricostruzione a provocare lo schianto è stato un uomo - senza documenti - probabilmente in fuga dalle forze dell'ordine. Il fuggiasco era a bordo di una Giulietta Alfa Romeo dopo essersi allontanato da una zona di centri commerciali. Sarebbe, ora, piantonato in ospedale e sono in corso gli accertamenti per ricostruire quello che è avvenuto. Sul posto Vigili del fuoco e Sanitari del Suem 118 e i carabinieri per le indagini.

 

Ieri l'altro incidente choc nel trevigiano

È il secondo grave incidente in Veneto nell'arco di 24 ore causato da un' auto in fuga. Ieri nel trevigiano, dove è avvenuto un fatto ancora più grave di quello svoltosi oggi a Mestre, un 19enne senza patente si era reso protagonista di una fuga dai Carabinieri rubando tre auto, facendo cappottare una vettura dell'Arma e uccidendo all'istante un ciclista travolto al suo passaggio prima di finire arrestato. La vittima è un pensionato di 67 anni, Mario Piva.

All'azione criminosa del giovane sono riusciti a porre fini gli stessi carabinieri che lui aveva fatto carambolare, e che si erano ritrovati sull'auto di servizio capovolta lungo la carreggiata. I due militari, un appuntato scelto di 40 anni e un carabiniere di 22, della stazione di Asolo (Treviso), sono riusciti a uscire dalla vettura rovesciata e hanno raggiunto e immobilizzato il 19enne, tenendolo al riparo dalla rabbia di alcuni passanti. Il ragazzo è apparso in uno stato di allucinazione, e ripeteva frasi sconnesse sulla «fine del mondo». È stato sedato e portato all'ospedale di Castelfranco Veneto (Treviso), dove è piantonato in stato di arresto per omicidio stradale, tentato omicidio e rapina.

Una volta dimesso - ne avrà per una decina di giorni - verrà condotto in carcere. Non aveva mai ottenuto la patente. Per il presidente del Veneto Luca Zaia - che ha parlato dopo aver appreso tutta la dinamica dell'azione commessa dal 19enne che ha rubato tre diverse macchine seminando il panico e lasciando una vittima sull'asfalto - «non possiamo liquidare il tutto come un semplice atto di follia, perché sarebbe ingiustificabile e riduttivo. Servono pene esemplari perché quello di oggi è un fatto incomprensibile, inammissibile e intollerabile». Ora si aggiunge anche la folle corsa in contromano nel sottopasso a Mestre. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Ottobre 2022, 22:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA