Tre ragazzi sulla bici elettrica travolti e uccisi da un furgone ad Andria: avevano 17, 18 e 19 anni. Tornavano da una serata con amici
di Simone Pierini

Tre ragazzi sulla bici elettrica travolti e uccisi da un furgone ad Andria: avevano 17, 18 e 19 anni. Tornavano da una serata con amici

Viaggiavano di notte in tre sulla stessa bici elettrica sulla statale Andria-Barletta, all'altezza di Canosa di Puglia. Tre giovani di 17, 18 e 19 anni sono stati travolti e uccisi da un furgone che sopraggiungeva nella stessa direzione. Stando a quanto ricostruito fino a questi momento, l'impatto è avvenuto intorno alle 5 del mattino.



I passeggeri a bordo del furgone stavano andando a lavorare quando, per cause in corso di accertamento, hanno travolto la bici elettrica con a bordo i tre ragazzi. Due delle vittime sono morte sul colpo, inutile l'intervento del 118. L'amico invece è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Bonomo di Andria. Ha avuto due arresti cardiaci, è stato intubato, sottoposto a trasfusioni ma alla fine non ce l'ha fatta. 

Anche il conducente del furgone è in ospedale per accertamenti, mentre le due persone che viaggiavano con lui sono in caserma a Barletta per aiutare i Carabinieri a ricostruire la dinamica dell'incidente. 

I ragazzi avevano passato la nottata in giro tra amici e probabilmente stavano tornando a casa. Secondo una prima ricostruzione, la bici elettrica proveniva dal centro di Barletta in direzione Andria. A quel tipo di mezzo non è consentito viaggiare su strade extraurbane come quella percorsa dai tre ragazzi. Forse, ritengono gli investigatori, stavano riaccompagnando a casa uno dei tre in località Montaltino. Nella stessa direzione di marcia viaggiava il furgone, con a bordo tre persone che andavano al lavoro.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Luglio 2020, 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA