Incidente a Alcamo, Fabio Provenzano scortato dai Carabinieri in ospedale per proteggerlo dai parenti dell'ex moglie

Fabio Provenzano, il papà di Francesco Provenzano, stava guidando mentre registrava con lo smartphone un video in diretta su Facebook. Il video, poi rimosso dai social così come il profilo di Provenzano, è stato girato pochi istanti prima dell'incidente all'altezza di Alcamo che ha provocato la morte del ragazzino di 14 anni e ridotto in gravi condizioni lo stesso padre e il figlio minore. 

Ritiro patente a vita per chi usa i social alla guida: la richiesta del Codacons
Incidente a Cesena, auto si ribalta: morti quattro giovani, anche una 17enne
Vittoria, oggi i funerali di Alessio D'Antonio. È polemica: «Organizzati da un amico di chi l'ha ucciso»



Per trasferire Fabio Provenzano dall'ospedale di Partinico al Villa Sofia di Palermo è stato necessario l'intervento dei carabinieri, come si legge su Custonaci Web. L'intervento dei militari, a quanto si apprende, è stato richiesto per evitare che i parenti dell'ex moglie dell'uomo gli si scagliassero contro, ritenendolo responsabile della morte del figlio Francesco e delle gravi condizioni in cui versa Antonino, il bambino di nove anni che ha riportato danni cerebrali ritenuti irreversibili dai medici del Trauma Center dell'ospedale di Palermo.
 
 


 
Domenica 14 Luglio 2019, 09:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA