Ilaria Maiorano uccisa a botte in casa, arrestato il marito marocchino. L'imam: «Una famiglia tranquilla»

L'autore del delitto dovrebbe essere un cittadino di nazionalità marocchina: è già stato arrestato.

Ilaria uccisa a botte in casa, arrestato il marito marocchino L'imam: «Una famiglia tranquilla»

di Redazione web

Una donna italiana di 41 anni, mamma di due bambine, è stata uccisa a botte in casa: è accaduto a Osimo, e per questo femminicidio è stato arrestato il marito, un cittadino marocchino. La donna si sospetta sia stata uccisa al culmine di un litigio: Ilaria Maiorano è stata trovata morta in casa in un casolare di campagna in via Montefanese a Padiglione di Osimo (Ancona). A trovarla sono stati gli operatori del 118, inviati dai carabinieri, allertati a loro volta da una parente della vittima, secondo quanto riferisce l'edizione on line del Resto del Carlino: quanto sono arrivati i militari il marito El Gheddassi Tarik era ancora lì. Si sarebbe giustificato dicendo che la donna avrebbe battuto la testa durante una caduta.

Da una prima ispezione cadaverica, però, le ferite non sembrano compatibili con una caduta, ma con delle percosse.

Il marito era agli arresti domiciliari per una questione di droga

El Gheddassi Tarik, già noto alle forze di polizia, era agli arresti domiciliari per una questione di droga. È stato condotto in caserma dai carabinieri. Lui e Ilaria erano sposati civilmente da 10 anni e avevano due figli piccoli.

Turiste belghe travolte e uccise a Roma, Wibe era incinta e orfana: «Gravidanza di sei settimane»

Maestra ha un malore e muore in classe davanti ai bambini, Giovanna Fabrica aveva 44 anni

L'imam: «Una famiglia tranquilla»

Nell'abitazione dove è stato trovato il corpo della donna, un casolare in campagna, stanno arrivando alcuni familiari dell'uomo, di origine marocchina. I due, da quanto si appreso sarebbero stati sposati.

È arrivato anche l'imam della comunità islamica di Osimo, che parla di una «famiglia tranquilla» che frequentava la moschea locale. In questo momento sono in corso i rilievi di polizia scientifica. Il corpo sarà esaminato da un medico legale.

Il sindaco: «Dolore per tutta la comunità e per me: eravamo compagni di scuola»

La morte di Ilaria Maiorana, la mamma di 41 anni trovata morta in casa e che si sospetta sia stata uccisa a botte dal marito durate un litigio «è un grade dolore per tutta la comunità di Osimo ma anche per me in particolare». A dirlo all'ANSA è il sindaco Simone Pugnaloni, che non appena sentite le prime notizie si è precipitato nel casolare in via Montefanese a Padiglione di Osimo.

«Eravamo compagni di scuola alle elementari - ha detto all'ANSA -, quando eravamo bambini le nostre famiglie si frequentavano, negli ultimi anni ci si incontrava per il corso cittadino la domenica. È un grande dolore - ha ribadito - spero che le indiscrezioni che si riconcorrono da stamane non siano vere.... Perdere una mamma di due bambine, giovane. È un momenti diffcile per tutta Osimo, ci stringiamo intorno al dolore della famiglia». Secondo il sindaco, Ilaria era madre di due bambine, una che frequentava la scuola materna e l'altra le elementari. «Una persona dolce, con il sorriso sulle labbra» è l'ultimo ricordo di Pugnaloni.

 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Ottobre 2022, 19:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA