Ilaria Capua: «La terza ondata ci sarà, è naturale: dicembre e gennaio saranno mesi terribili»
di Simone Pierini

Ilaria Capua: «La terza ondata ci sarà, è naturale: dicembre e gennaio saranno mesi terribili»

«La terza ondata della pandemia ci sarà, è naturale. Dicembre e gennaio saranno mesi terribili per tanti motivi». Sono le parole della professoressa Ilaria Capua, direttrice dell'UF One Health Center, che a DiMartedì ha fatto il punto sull'emergenza coronavirus. «Siamo in una fase di stabilizzazione, i dati ci confortano. L’obiettivo deve essere quello di tenere le persone fuori dagli ospedali. Dobbiamo arrivare ad avere zero pazienti covid in ospedale», ha detto.

 

VACCINAZIONE IN GRAN BRETAGNA

Nel Regno Unito è partita la campagna di vaccinazione. «Siamo in una maratona, dobbiamo vaccinare prima medici, infermieri e persone fragili. Il virus continuerà a circolare, perché stiamo abbassando la curva ma non la stiamo azzerando. Se arriviamo a vaccinare le fasce da proteggere prima dell’estate avremo fatto tantissimo», ha affermato.

 

 

TERZA ONDATA

Il virus, ha sostenuto la Capua, è sostanzialmente sempre lo stesso. «I piccoli aggiustamenti che il virus fa su stesso non sono rilevanti se non per chi passa la vita a studiarlo. L’obiettivo del virus è continuare a correre, per questo è così importante il vaccino per rallentarne la corsa», ha detto. Si parla di un'ipotetica terza ondata della pandemia all'inizio del 2021. «La terza ondata è naturale che ci sarà, ma la potenza di questa ondata sarà attutita da quello che avremo imparato. Dicembre e gennaio saranno mesi terribili per tanti motivi, negli Stati Uniti ad esempio si prevedono gli effetti dei movimenti che hanno caratterizzato il Giorno del Ringraziamento», ha spiegato. «Il periodo invernale è sempre complesso per la sanità, l'obiettivo deve essere quello di tenere le persone fuori dagli ospedali».

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Dicembre 2020, 15:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA