Il senatore Sandro Ruotolo minacciato di morte dai no vax: «Ho denunciato, voglio giustizia»

Nel tweet il Senatore dice: «I no vax sono rumorosi sui social, rumorosi nelle piazze»

Il senatore Sandro Ruotolo minacciato di morte dai no vax: «Ho denunciato, voglio giustizia»

Minacciato di morte dai no vax. E' quanto successo al senatore Sandro Ruotolo che racconta tutto su Facebook. E se ti venissero a prendere sotto casa?', ‘E se estendessimo #Norimberga2 anche ai pennivendoli?', ‘E se venissimo tutti a Roma?'. Le ho lette e rilette le minacce di morte che ho ricevuto in questi giorni. Sono anni che le ricevo. Quelle della camorra mi costringano a vivere sotto scorta da quasi sette anni. E qualche anno prima, per un anno, ho vissuto sotto protezione a Roma per altre minacce. Ma queste ultime mi hanno ferito perché le ho ritrovate con gli insulti e le offese sotto un tweet nel quale chiedevo l'estensione dell'obbligo vaccinale. Da senatore della Repubblica» scrive Ruotolo, riprendendo un suo tweet di qualche giorno fa a favore dell’obbligo vaccinale.

Leggi anche > La svolta di Sileri: «Green pass e vaccini vanno rimodulati». Cosa potrebbe cambiare


«I no vax sono rumorosi sui social, rumorosi nelle piazze ma la scelta #ObbligoVaccinale sta dando i suoi frutti. Dal 10 al 16 gennaio 136.904 nuovi vaccinati. E se estendessimo l’obbligo del vaccino anche agli over 40?» era il contenuto del tweet. «Proprio in questi giorni così importanti per la vita democratica del nostro Paese – ha aggiunto Ruotolo oggi su Facebook -, mi sono recato in Questura a Roma chiedendo alla Digos di definire gli autori delle minacce di morte e di ottenere giustizia. Il fascismo non è un'opinione ma è un crimine».


Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Gennaio 2022, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA