Coppia caduta dal balcone dell'hotel a Ibiza, le amiche di Elena: «Non è stato un suicidio, l'ha uccisa lui»

Coppia caduta dal balcone dell'hotel a Ibiza, le amiche di Elena: «Non è stato un suicidio, l'ha uccisa lui»

La coppia precipitata dal balcone di Ibiza non sarebbe morta per un incidente. Le amiche di Elena Livigni Gimenez, la 21enne italo-spagnola, deceduta dopo essere caduta dal balcone dell’hotel dove stava soggiornando con il suo ragazzo 26enne, anche lui morto, spiegano che sarebbe stata uccisa proprio dal compagno.

 

Leggi anche > Seid, ex Milan suicida a 20 anni: «Sento gli sguardi schifati della gente». Il padre: «Non si è ucciso per razzismo». Il dolore ai funerali

 

Le persone che conoscevano la ragazza parlano di un omicidio, come riporta il Corriere della Sera. Elena era originiaria di Milano ma da qualche tempo si era trasferita per studio in Spagna, a Barcellona. Le amiche della giovane affermano con decisione: «Tutti devono sapere la verità, basta bugie, basta. È stato lui», accuse sposate anche dagli inquirenti che hanno parlato a loro volta di un possibile femminicidio. Le ipotesi sono che Elena sia stata gettata dal balcone dal compagno o che sia scivolata e caduta nel tentativo di fuggire da una sua aggressione.

 

Secondo una prima ricostruzione a precipitare per prima dal balcone dell'hotel "Torre del Mar", in località Playa d’en Bossa, è stata proprio Elena, poi sarebbe caduto lui. I dipendendi hanno raccontato di aver sentito forti urla dalla stanza, che ha fatto pensare loro a una brutta discussione tra i due. A fare maggiore chiarezza sarà l'autopsia sul corpo della 21enne che potrebbe confermare o smentire le ipotesi di aggressione. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Giugno 2021, 11:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA