I 18 pescatori liberati arrivati a Mazara, le urla di gioia dei familiari e i tamponi rapidi a bordo: tutti negativi al coronavirus

Video
di Silvia Natella

Sono arrivati a Mazara del Vallo i pescherecci con a bordo i 18 pescatori sequestrati in Libia. Il loro arrivo nel boccaporto del Porto Nuovo è stato annunciato dalla sirena di una motovedetta. Si tratta dei pescherecci Medinea e Antartide. I pescatori sono stati rilasciati lo scorso giovedì dopo 108 giorni di prigionia. Grandi le emozioni, con i parenti che attendono sulla banchina e i bambini che hanno in mano dei palloncini bianchi. A bordo sono tutti negativi al tampone rapido per il coronavirus.

 

 

 

Tante lacrime, questa volta di gioia, e tanti abbracci tra i parenti e i pescatori arrivati a Mazara del Vallo (Trapani). «Pensavamo di non vederti più - ha detto la cognata di Bernardo Salvo mentre lo abbraccia fuori dall'auto - è stato terribile Aspettare senza sapere nulla». I pescatori stanno lasciando il porto a brodo delle auto dei familiari. Alcuni si sono fermati con i cronisti, altri no.

 

Una vicenda che si conclude con un lieto fine e una giornata felice per tutta la comunità di Mazara del Vallo. Accanto ai parenti ci sono anche le autorità, che guardano il mare sotto la pioggia e coperti dagli ombrelli. Partite da Bengasi intorno all'una di notte di venerdì, le due imbarcazioni hanno navigato per poco meno di 60 ore. Dopo la visita, che sarà effettuata a bordo da un medico. I marinai si sottoporranno a un doppio tampone nei gazebo allestiti al porto.

 

Leggi anche > Natale, spostamenti e autocertificazioni. Ecco le regole per le seconde case e le visite a parenti e amici

 

LA DIRETTA

11. 22 Tutti negativi al tampone rapido i 18 pescatori 

10.58 Diciotto colombe sono state liberate sulla banchina del porto di Mazara del Vallo. Diciotto come il numero dei pescatori da poco approdati dopo 57 ore di traversata. Gli uccelli sono stati portati dentro una cesta con un nastro tricolore e alle 10.50 hanno spiccato il volo. 

10.55 Al via i tamponi rapidi per i 18 pescatori appena arrivati al porto di Mazara del Vallo. Subito dopo verranno eseguiti quelli molecolari i cui esiti si conosceranno solo nel tardo pomeriggio.

10.37 I pescatori sulle due imbarcazioni attraccate in banchina a Mazara del Vallo sono usciti sul ponte e salutano. I parenti e altri pescatori mandano baci con la mano da terra. Sulla banchina del porto di Mazara si vedono tre grappoli di palloncini che riproducono i colori della bandiera italiana. Sulla prua della Medinea, scafo blu, approdata in banchina dietro all'Antartide, tre pescatori salutano i familiari con ampi gesti delle braccia. I pescatori sono tutti a bordo, in attesa della visita di un medico. Sulla banchina, i più prossimi alle due imbarcazioni sono gli uomini della Capitaneria di porto. Di fronte ai due pescherecci, radunati sotto due gazebo, ci sono i familiari dei pescatori 

10.20 I pescherecci hanno attraccato. Dalle imbarcazioni i pescatori salutano a braccia alzate e con il desiderio di scendere e di riabbracciare i familiari. Dovranno ora attendere le visite mediche. 

10.09 I pescherecci sono entrati nel porto di Mazara del Vallo annunciati dalla sirena della motovedetta. 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Dicembre 2020, 14:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA