Vigilante eroe al centro commerciale: con due pallottole in corpo disarma il rapinatore e salva i clienti

La sparatoria per un assalto a un portavalori sabato mattina, nell'ora di punta dello shopping

Video

di Redazione web

Due proiettili ben assestati all'inguine non sono riusciti a fermarlo: si è rialzato, ha disarmato il rapinatore. lo ha colpito con il calcio della pistola e ha fatto sì che venisse consegnato alla giustizia. La guardia giurata che ha ieri mattina al centro commerciale Le Porte di Mestre ha evitato che accadesse il peggio, tra i colleghi è già considerato un eroe. 

Sparatoria al centro commerciale di Mestre: assalto al portavalori, feriti un vigilante e un bandito

Lidl, la corsa folle alle offerte: guardia giurata estrae pistola per saltare la fila

La guardia giurata eroe

 

Come riporta Il Gazzettino, l'uomo è ora ricoverato all'ospedale all'Angelo, è stato operato e si riprenderà. In un sabato mattina di shopping, grazie al suo sangue freddo, ha evitato che l'assalto a un porta valori da parte di Luigi Carta si trasformasse in una tragedia. «Il mio collega - spiega Gionny Mancin, anche lui agente della Civis e sindacalista, tra i primi ad accorrere sul posto - lavora da oltre trent'anni come guardia giurata, ha una grande esperienza. Quello che è successo poteva capitare a tutti purtroppo, ma lui è riuscito a sventare un possibile dramma nonostante fosse ferito. Gli orari in cui si muovono i portavalori variano e sono segreti proprio per evitare queste situazioni. Purtroppo a volte non va come dovrebbe».

 

Il rapinatore "Lupo solitario"

 

Il rapinatore che aveva organizzato l'assalto al porta valori al centro commerciale di Mestre è Luigi Carta, 65 anni, conosciuto nell'ambiente come "Lupo solitario". Carta, infatti, non è nuovo a imprese del genere e anche nel caso di ieri pare evidente abbia agito da solo. Arrivato in bici, è rimasto a sua volta ferito dai colpi inferti dalla guardia giurata ed è ricoverato all'Angelo. Sulle sue spalle, una condanna a dieci anni per la rapina a mano armata alla Banca di credito cooperativo di Manzano del 9 dicembre 2008. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Settembre 2022, 08:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA