Green Pass obbligatorio anche sui mezzi di trasporto? La decisione a inizio settimana

Green Pass obbligatorio anche sui mezzi di trasporto? Nei prossimi giorni l'ufficialità

Dal 6 agosto l'obbligatorietà del Green Pass investirà tutti gli italiani per consentire loro di accedere e praticare diverse attività al chiuso. Oltre a queste, potrebbe arrivare l'obbligo della certificazione verde anche per l’utilizzo di mezzi di trasporto, quali navi, aerei e treni a lunga percorrenza, al contrario dell’accesso ad autobus, metropolitane e tram che rimarrebbe libero.

 

Leggi anche - Covid, Locatelli (Cts) sostiene l'utilità del vaccino per ragazzi e bambini. «Nessun dubbio»

 

L’ufficialità potrebbe già arrivare tra martedì 3 e mercoledì 4 agosto quando è stata convocata la cabina di regia: seguirà un decreto governativo con tutte le nuove misure. 

L'obiettivo del governo è di uniformare le misure anche nel settore dei trasporti: soltanto i possessori di Green pass potranno accedere a treni, navi e aerei, nonostante non ci sia unanimità all’interno della stessa maggioranza che chiede lo slittamento del provvedimento a fine agosto. 

 

 

A sancire l' "ok definitivo" sarà il numero dei contagi e l’andamento delle nuove ospedalizzazioni sia in area medica sia in terapia intensiva

Salire su un mezzo pubblico significherà quindi essere muniti di certificazione che attesti la vaccinazione completa, la prima dose di vaccino fatta almeno 15 giorni prima, la guarigione nei sei mesi precedenti, l’esito negativo di un tampone molecolare, antigenico o salivare fatto 48 ore precedenti. 

 

 

La verifica del Green pass dovrebbe avvenire nel momento in cui il passeggero sale a bordo e dovrebbe essere lo stesso personale a effettuarla: esattamente come avviene in genere per documenti di imbarco e di identità. Se il passeggero esibisce un certificato falso o contraffatto, riceverà una multa e verrà denunciato. Inoltre, il Green pass servirà anche al tracciamento qualora dovesse essere accertata la positività di uno dei passeggeri. Stando alle indiscrezioni, al momento non sarebbero previsti controlli su autobus e metropolitane. Diventerebbe troppo difficile verificare il Green pass di tutti i passeggeri anche se  il governo ha già chiesto alle Regioni un piano dettagliato sul potenziamento dei mezzi pubblici che potrebbe essere discusso questa settimana insieme al piano per la ripresa della scuola. Secondo il Cts la capienza all’80% non è sufficiente a garantire il distanziamento su bus e metropolitane, dunque in vista della riapertura delle scuole, che è prevista in presenza, sarà necessario un sostanziale aumento del numero delle corse.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Agosto 2021, 07:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA