Green pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e quando: tutte le regole. Le discoteche non riaprono

Green pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e quando: tutte le regole. Le discoteche non riaprono

Green pass obbligatorio dal 6 agosto per determinate attività. Lo ha stabilito il Consiglio dei ministi di questo pomeriggio: ecco tutte le regole. Le discoteche restano chiuse.

 

Vaccini, l’appello di D’Amato: «Fatelo prima di partire per le vacanze»

 Vaccino Covid, il Ministero: «Una dose ai guariti, due se sono immunodepressi»

 

Green pass, per chi è obbligatorio

L'obbligo del green pass sarà riservato a tutta la popolazione di età superiore ai 12 anni, ovvero a tutti i cittadini italiani vaccinabili. Chi non può vaccinarsi per motivi di salute potrà comunque richiedere il green pass fornendo una idonea certificazione rilasciata secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute.

 

Discoteche ancora chiuse, i gestori: «Siamo sul lastrico, faremo ricorso alla Corte di Giustizia europea»

 

Green pass, come ottenerlo

Per avere il green pass è necessario avere almeno una dose di vaccino e scaricare l'apposita certificazione (ecco come ottenerla). In alternativa, si deve possedere un certificato di guarigione dal Covid avvenuta negli ultimi sei mesi o presentare un certificato di tampone negativo da realizzare nelle 48 ore precedenti.

 

Green pass, le regole per bar e ristoranti

Il green pass dovrà essere esibito per consumare al chiuso e al tavolo in bar e ristoranti. L'obbligo non è previsto se si consuma all'aperto o, nel caso dei bar, al bancone.

 

Green pass: ecco dove sarà obbligatorio

Dal 6 agosto il green pass sarà obbligatorio per accedere a: palestre e piscine; cinema, musei e teatri; centri termali e centri benessere; fiere, convegni e congressi; sagre; parchi tematici e parchi divertimento; sale gioco, sale scommesse e sale bingo; concorsi pubblici; spettacoli all'aperto; stadi. Sono esclusi dal Green pass i centri educativi per l'infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.

 

Green pass, le regole per cinema e teatri

Arriva l'obbligo di Green pass per cinema e teatri, ma aumenta il numero di spettatori ammessi ad assistervi. In zona gialla si entrerà con Green pass, mascherina e distanziamento, ma gli spettatori potranno salire all'aperto dagli attuali 1000 a un massimo di 2500 e al chiuso da 500 a 1000. Mentre in zona bianca, dove ora sono fissati limiti di capienza, viene fissato un tetto all'aperto di 5000 persone e al chiuso di 2500 persone.

 

Green pass, le regole per gli eventi sportivi

Per gli eventi e le competizioni sportive in zona bianca la capienza consentita non può essere superiore 50% di quella massima autorizzata all'aperto e al 25% al chiuso. In zona gialla la capienza consentita non può essere superiore al 25% e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 2.500 per gli impianti all'aperto e a 1.000 per gli impianti al chiuso.

 

Tamponi a prezzi calmierati

Fino al 30 settembre 2021 la somministrazione di test antigenici rapidi sarà assicurato a prezzi contenuti. Non è escluso che per gli under 18 i tamponi rapidi possano essere gratuiti, dal momento che la campagna vaccinale ha dato priorità alle fasce di popolazione più anziane o fragili.

 

Green pass, le sanzioni per chi viola le norme

Per chi viola le regole c'è una sanzione da 400 a 1000 euro sia a carico dell'esercente sia dell'utente. Se le violazioni si ripetono in 3 giorni diversi, l'esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

 

Green pass per trasporti, scuola e lavoro: nulla di definito

Il governo non tocca per ora il tema dell'ipotesi di Green pass per i trasporti a lunga percorrenza e locali, cruciali in vista di settembre, con il ritorno dalle ferie e la riapertura delle scuole. Il capitolo istruzione e l'eventuale obbligo di vaccino per docenti e personale, ma anche il tema del Green pass nei luoghi di lavoro saranno oggetto di una nuova riunione, probabilmente la prossima settimana.

 

Green pass, come cambia la quarantena

Per chi ha il green pass ed entra a stretto contatto con un positivo, è prevista una quarantena ridotta. Il tempo sarà quantificato più avanti ma dovrebbe essere di cinque giorni per chi ha il green pass.

 

Zone a colori, cambiano i parametri

Come annunciato dal ministro Roberto Speranza in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri, per le zone a colori sul rischio epidemiologico cambiano i parametri. Non verranno più considerati l'incidenza o l'RT ma, alla luce del buon andamento della campagna vaccinale, solo le ospedalizzazioni.
Questi i colori in base alla percentuale di occupazione di posti letto e terapie intensive:
- Zona bianca: terapie intensive sotto il 10% e ricoveri sotto il 15%
- Zona gialla: terapie intensive al 10% e ricoveri al 15%
- Zona arancione: terapie intensive al 20% e ricoveri al 30%
- Zona rossa: terapie intensive al 30% e ricoveri al 40%


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Luglio 2021, 10:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA