Green Pass: seduti al ristorante con false certificazioni, denunciati tre ragazzi a Palermo

Green Pass: seduti al ristorante con false certificazioni, denunciati tre ragazzi

di Ida Di Grazia

Green Pass: seduti al ristorante con false certificazioni, denunciati tre ragazzi a Palermo. Durante un controllo della Polizia, per verificare il rispetto delle norme anti-Covid, è emerso chiaramente non solo che i tamponi esibiti erano palesemente alterati, ma che anche le generalità fornite erano false.

Leggi anche > A Roma i funerali di Nicoletta Orsomando, Maria Giovanna Elmi: «Sarà sempre con noi»

I tre ragazzi erano seduti al tavolo di un locale di Palermo: due di loro, un 29enne e un 21enne, hanno mostrato agli agenti certificati relativi a tamponi effettuati il 19 agosto, il terzo, una 18enne, ha fornito le proprie generalità spiegando di non avere con sé i documenti e ha esibito un tampone con le generalità dichiarate.

Gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo ed è emerso non solo che i tamponi esibiti dal 29enne e dalla 21enne erano palesemente alterati, soprattutto nella parte riguardante la data di effettuazione, ma che la 18enne, che ai poliziotti era sembrata contraddittoria e confusa alla richiesta di fornire le generalità esatte, le aveva fornite false.

I tre hanno ammesso di avere alterato la documentazione relativa alla certificazione verde, per eludere, in caso di controllo, le contestazioni previste dalla normativa vigente. Il 29enne e la 21enne sono stati denunciati per falsità materiale commessa da privato e la 18enne per il reato di falsa attestazione della propria identità.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Agosto 2021, 14:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA