La Grecia riapre le frontiere all'Italia: test e quarantena per chi arriva da 4 regioni

La Grecia riapre le frontiere all'Italia: test e quarantena per chi arriva da 4 regioni

Dal 15 giugno la Grecia apre le frontiere, anche all'Italia, ma la riapertura è condizionata. I voli internazionali saranno ammessi negli aeroporti greci di Atene e Salonicco ma se l'aereo proviene da uno degli aeroporti dell'elenco delle aree «ad alto rischio» stilato dall'Agenzia europea per la sicurezza aerea (che per l'Italia sono Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto) i passeggeri saranno sottoposti a un test all'arrivo. Se negativo, il passeggero si metterà in auto-quarantena per 7 giorni. Se positivo, la quarantena sarà di 14 giorni. Lo si legge sul sito dell'ambasciata greca.

Leggi anche > Dalle mascherine all'autocertificazione ai cinema, cosa cambia e cosa non si potrà ancora fare dopo il 3 giugno​

La Grecia apre così a ulteriori voli provenienti dall'Ue i cui passeggeri, sulla base dell'aeroporto di origine del volo, non saranno sottoposti a misure più stringenti di quarantena. Venerdì Atene aveva annunciato l'apertura degli aeroporti ai turisti di 29 paesi, di cui una quindicina dell'Ue, a partire dal 15 giugno. Una lista in cui non c'era l'Italia. I viaggi non essenziali da paesi terzi verso la Grecia restano invece limitati fino il 15 giugno 2020: i voli internazionali saranno ammessi solo all'aeroporto di Atene con test e quarantena per tutti. Dal 1 luglio invece i voli internazionali potranno atterrare in tutti gli aeroporti greci e i visitatori saranno soggetti a test casuali all'arrivo.
Ultimo aggiornamento: Domenica 31 Maggio 2020, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA