Elezioni presidente della Repubblica, la Granato: «Berlusconi mi ha chiamata, si è presentato come il signore del bunga bunga»

Elezioni presidente della Repubblica, la Granato: «Berlusconi mi ha chiamata, si è presentato come il signore del bunga bunga»

«Ho intuito che il suo interesse era sondare il terreno per una possibile candidatura al Colle. Ma non c'è stata nessuna proposta»

«Sono il signore del bunga bunga». Così si sarebbe presentato Silvio Berlusconi in una telefonata alla senatrice del gruppo Misto Bianca Laura Granato che racconta l'intera chiamata a Un Giorno da Pecora la trasmissione radiofonica di Rai Radio1. Granato inizia da principio e spiega di aver sentito Berlusconi al telefono: «È vero, ma mi ha chiamato Vittorio Sgarbi, verso l'ora di cena, e poi, senza annunciarmelo, mi ha passato il Cavaliere...».

 

Leggi anche > Francesca Amadori licenziata dall'azienda del nonno: «Non facciamo distinzioni tra i dipendenti»

 

«Si è presentato, mi ha raccontato tutte le sue vicissitudini, anche processuali. Abbiamo chiacchierato e ho intuito che il suo interesse era sondare il terreno per una possibile candidatura al Colle. Ma non mi è stata fatta nessuna proposta» ha proseguito la senatrice. Durante la telefonata «Io gli ho detto che sono contraria tanto all'obbligo vaccinale quanto al green pass». Risposta del Cavaliere? «Mi ha detto che è una persona liberale e di ampie vedute». Immancabile la domanda sulle famose battute di Berlusconi. «Sì. All'inizio, quando si è presentato, ha fatto riferimento al bunga bunga, dicendo una cosa tipo 'sono il signore del bunga bunga'» ha detto Granato che ha spiegato di aver reagito con «un sorriso e mi sono fatto una risata...».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Gennaio 2022, 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA