Berlusconi al Senato: «Una donna premier, grazie alla nostra coalizione nata 28 anni fa»

Berlusconi al Senato: «Una donna premier, grazie alla nostra coalizione nata 28 anni fa»

C'era grande attesa per il suo primo discorso al Senato, dopo 9 anni di assenza: Silvio Berlusconi è tornato a Palazzo Madama ed è intervenuto in aula per la dichiarazione di voto del gruppo di Forza Italia sulla fiducia al governo guidato da Giorgia Meloni, e che avrà ben cinque suoi ministri nella squadra. Per il Cavaliere è il primo intervento dal 2013.

Meloni: «Operazione verità su situazione Italia». Berlusconi: situazione difficile, ma fiducia convinta

«La situazione è difficile ma noi diamo convintamente la nostra fiducia», ha detto Berlusconi conversando al Senato con i cronisti e rispondendo a chi gli chiede se il Governo è compatto e se sono state superate tutte le difficoltà. Berlusconi ha fatto ingresso nell'Aula del Senato, mentre stava per concludersi il dibattito sulle comunicazioni del presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e per ascoltare la sua replica. Ha preso posto in seconda fila, seduto tra Licia Ronzulli e Maurizio Gasparri.

«Contento di essere qui, sono di nuovo nonno»

«Signor Presidente del Consiglio, sono felice di essere qui e sono felice anche perché 3 ore fa è nato il mio 17esimo nipotino. Evviva! Comunque è per me un motivo di grande soddisfazione riprendere la parola in Senato, dopo nove anni, e farlo proprio quando il popolo italiano ha scelto ancora una volta di affidare il Governo del Paese alla coalizione di centro-destra», ha detto l'ex premier. «Noi oggi voteremo convintamente la fiducia e da domani lavoreremo con lealtà, con passione e con spirito costruttivo, per realizzare il nostro programma». 

«Se oggi per la prima volta alla guida del governo del Paese, per decisione degli elettori, c'è una esponente che viene dalla storia della destra italiana, questo è possibile perché 28 anni fa è nata una coalizione plurale, nella quale la destra e il centro insieme hanno saputo esprimere un progetto democratico di governo per la Nazione. Una coalizione che in 28 anni non si è mai divisa e che ha saputo governare insieme e stare insieme anche all'opposizione, una coalizione che ha guidato e guida la maggioranza delle regioni italiane. Una coalizione, che è sempre stata artefice di grandi scelte di democrazia e di libertà».

«Non è questo il momento, onorevoli senatori, per ricordare i tanti successi ottenuti dai governi di centro-destra che ho avuto l'onore di presiedere, ma una sola cosa voglio rivendicare con orgoglio: i nostri governi hanno sempre avuto come stella polare del loro agire la stella polare della libertà. Non abbiamo mai approvato una norma, una legge, un provvedimento, che potesse ridurre gli spazi di libertà dei cittadini. Non abbiamo mai compiuto una scelta di politica internazionale, che non fosse dalla parte dell'Occidente e della libertà».

LA DIRETTA DAL SENATO


Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Ottobre 2022, 18:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA